Credito bancario: in Toscana, altri 12 milioni di euro alle aziende

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Firmato il protocollo tra banche e Regione Toscana che integra l'intesa anti-crisi già siglata a dicembre 2008. Arrivano così altri 12 milioni di euro per garantire prestiti alle aziende locali

Crescono di 12 milioni di euro le risorse che potranno essere utilizzate da Fidi Toscana per rafforzare ulteriormente gli aiuti alle imprese e per ottenere credito a tassi agevolati. È stato appena firmato, infatti, un nuovo protocollo tra banche e Regione che rinnova l’intesa anti-crisi di fine 2008.

Si arriva così a una dotazione complessiva di 62 mln di euro messi a disposizione, finalizzati a misure di sostegno economico rivolte adaziende in crisi, imprese femminili e agricole.

Per le aziende “a corto di liquidità” – soprattutto nel caso si tratti di prestiti partecipativi e programmi di ricapitalizzazione – saranno destinati 11 milioni.

Altri 780mila euro sono invece destinati a garantire prestiti alle Pmi femminili che vogliono investire.

Da sempre – commenta il presidente della Toscana, Claudio Martini – la Regione ha attribuito al sistema creditizio regionale un ruolo centrale per il sostegno al mondo economico e sociale della Toscana.

Poi è arrivata la crisi, e quindi la necessità di offrire alle aziende toscane un ulteriore sostegno, con garanzie sui prestiti ancora più estesi e tetti sui tassi massimi applicati.

L’assessore al bilancio e alle finanze, Giuseppe Bertolucci spiega come il protocollo si sia rivelato uno strumento utile al sistema economico: le domande di garanzia pervenute dalle aziende a Fidi Toscana nel 200 sono state relative a circa 940 milioni di prestiti richiesti alle banche.

Quasi 2800 le imprese hanno già avuto il riconoscimento e nell’80% dei casi le banche hanno già provveduto ad erogare il prestito.

I Video di PMI

Nuove imprese a tasso zero