Tratto dallo speciale:

Salta Decreto anti-Fiorito: vitalizio a 50anni in Lazio

di Teresa Barone

scritto il

Stop alla norma sull’abolizione del vitalizio per i consiglieri regionali, ma solo dalla prossima legislatura: in Lazio 71 funzionari percepiranno una pensione contributiva a 50anni.

Salta il decreto anti-Fiorito, la norma sui costi della politica che conteneva l’abolizione del vitalizio per i consiglieri regionali attuali con meno di 10 anni di attività e con meno di 66 anni. Lo ha deciso la Camera e adesso si attende la conferma del Senato, che con un si definitivo eliminerebbe del tutto quella che è stata definita come una norma anti-Casta.

=>Leggi il parere degli imprenditori sui redditi dei politici

C’è tuttavia un cavillo che consentirà ai consiglieri regionali di percepire una pensione contributiva al posto del vitalizio, senza limiti anagrafici o di mandato.

Il decreto non si applica alle Regioni che hanno già abolito i vitalizi (tutte): il problema è che tutte loro hanno localmente stabilito che l’abolizione sarà introdotta solo dalla prossima legislatura.

Prendendo in considerazione la situazione della Regione Lazio – il decreto è nato al fine di evitare la concessione del vitalizio a Franco Fiorito – saranno 71 i consiglieri attuali che potranno ottenere il vitalizio a breve, al termine del loro mandato ma a soli 50 anni, caso praticamente unico in Italia.

L’unica eccezione sarà appunto Franco Fiorito, solo nel caso in cui dovesse essere condannato per reati contro la pubblica amministrazione.

=> Leggi tutte le news per le PMI del Lazio

I Video di PMI

Quota 100: regole, pro e contro