Accesso al credito: 10 regole per “reagire alla crisi”

di Noemi Ricci

scritto il

ABI, Sace e Cassa Depositi e Prestiti hanno stilato un vademecum che riassume gli strumenti che il Governo ha attivato e potenziato per accrescere le opportunità di credito, soprattutto per le imprese

Con il vademecumReagire alla crisi” Cassa depositi e prestiti, Sace e ABI spiegano come superare la difficile congiuntura economica, informando imprese e lavoratori in difficoltà sulle misure di sostegno attive: la guida – in dieci FAQ riassuntive – è scaricabile online.

Il decalogo CDP- ABI – SACE è organizzato in 10 domande e risposte.

Qualche esempio: come può una piccola impresa ottenere un rifinanziamento? O finanziamento a condizioni favorevoli? O sospendere la rata di un mutuo? O reperire adeguate garanzie? O avere un anticipo sull’assegno di cassa integrazione?

Le imprese con problemi di liquidità hanno così a loro disposizione – in poche pagine – una rassegna delle agevolazioni pubbliche rese operative e potenziate per sostenerle durante la crisi economica e per accrescere le opportunità di accesso al credito, fornendo le indicazioni pratiche per poterle sfruttare
al meglio.

Il vademecum è disponibile anche presso sportelli bancari, associazioni imprenditoriali e Osservatori sul mercato del credito, che veicolano le richieste del territorio al Governo e informano gli utenti sulle opportunità di credito.