Umbria: finanziamenti per le PMI rosa

di Paolo Iasevoli

scritto il

La Regione Umbria ha pubblicato un bando in cui mette a disposizione fondi per favorire la nascita e lo sviluppo dell'imprenditoria femminile

I fondi stanziati dalla Regione Umbria sono aperti a tutte le PMI costituite da non più di 12 mesi o ancora non iscritte al Registro della Imprese e facenti capo a un’imprenditrice.

Sono quindi ammesse le imprese individuali il cui titolare sia donna, le società di persone e le società cooperative composte per almeno il 60% da donne o, nel caso di società di capitali, se queste ne detengano i 2/3 del totale.

Inoltre l’impresa dovrà appartenere ai settori: manifatturiero, edile, commercio all’ingrosso o al dettaglio, albergazione e ristorazione, informatica, ricerca, servizi alle imprese, sanità e assistenza sociale.

I finanziamenti coprono tutti gli investimenti effettuati nel periodo compreso tra il 15 settembre 2006 e il 30 aprile 2007. Le tipologie di spese ammesse sono le seguenti:

  • Spese di gestione per lo start-up: costituzione, locazione immobiliare della sede operativa, pubblicità
  • Spese per investimenti materiali: impianti, macchinari, attrezzature
  • Spese per investimenti immateriali: acquisto e registrazione di brevetti e software

I finanziamenti erogati possono coprire fino al 50% delle spese per un importo massimo che non può comunque superare i 25.000 euro. Questi non potranno essere cumulati con altri aiuti ricevuti a titolo ‘de minimis’ da altre autorità ragionali, nazionali o comunitari avvenuti nei 3 esercizi finanziari antecedenti se questi superano l’importo totale di 200.000 euro.

La scadenza del bando è fissata per il 7 Marzo 2007. Le domande devono pervenire in busta chiusa presso la sede del Consorzio Novaumbria di Via Don Bosco, 11, Perugia, mediante consegna a mano o a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.