Autonomia IT: un vantaggio per il business

di Redazione PMI.it

scritto il

Da recenti studi risulta sempre più marcato il rapporto fra performance di un'azienda e tecnologie abilitanti a disposizione dei dipendenti

Le imprese che vogliono incrementare le performance del proprio business dovrebbero prestare molta attenzione alle dotazioni IT e agli strumenti tecnologici “user-centered” forniti ai propri dipendenti, considerato il forte impatto che essi determinano sulla resa generale.

Sono questi i risultati dall’analisi statistica effettuata sui dati di un sondaggio sponsorizzato da Microsoft e condotto dalla Economist Intelligence Unit su 1.351 senior executives di tutto il mondo.

Da quanto emerso, infatti, gli strumenti che abilitano gli utenti business alla fruizione di servizi IT ma anche l’accesso alle risorse aziendali per investirvi, costituiscono un driver chiave per aumentare la competitività di un’azienda, soprattutto se accompagnati da una buona autonomia nella gestione delle attività.

Tra le correlazioni positive spiccano anche profittabilità, crescita dei ricavi e successo delle strategie.

I fattori che determinano l’efficacia produttiva in azienda, quindi, sono risultati essere: buona struttura organizzativa, disponibilità di strumenti adeguati e libertà d’azione per gli impiegati, messi così nelle condizioni di valutare volta per volta il vantaggio competitivo e i rischi delle proprie decisioni.

Concretizzare questo scenario in azienda significa gettare le premesse per un ambiente di lavoro collaborativo, stimolante e animato da dipendenti motivati. Una realtà già vicina: secondo il sondaggio, nel 63% dei casi presi in esame esiste già una buona autonomia e nel 53% una valida dotazione tecnologica a servizio degli impiegati, per quanto solo il 10% degli intervistati ritiene sufficiente l’accesso alle risorse aziendali per investire in strumenti IT.

I Video di PMI

Ambizione Italia: il progetto Microsoft