Pensione reversibilità: calcolo e rivalutazione

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Angelo chiede:

Se i redditi del coniuge superstite subiscono diminuzioni, viene ricalcolata la pensione di reversibilità? Può essere ricalcolata annualmente in base al reddito della dichiarazione dei redditi?

La legge di riferimento per il calcolo della pensione di reversibilità in base al reddito dei superstiti, nel suo caso il coniuge, è l’articolo 1, comma 41 della legge 335/1995, che stabilisce una decurtazione che dipende dal reddito del beneficiario.

La novità più recente in questo senso è la sentenza che impedisce tagli all’assegno che comportino un ammontare della pensione più basso della decurtazione stessa.

Ma la legge di riferimento resta la stessa, in base alla quale «gli importi dei trattamenti pensionistici ai superstiti sono cumulabili con i redditi del beneficiario«, nei limiti stabiliti da specifica tabella (tabella f della stessa legge). La percentuale di taglio, in base al cumulo con altri redditi può andare dal 25% al 50%.

=> Pensione di reversibilità: come viene tassata nel 730

Non c’è nessun ulteriore paletto, per esempio riferito al fatto che la pensione di reversibilità si calcola una volta sola e poi resta immutata. Anzi, la legge fa esplicito riferimento al reddito del beneficiario.

Per il resto, in considerazione del fatto che il reddito si dichiara annualmente, viene calcolata di conseguenza anche la pensione ai superstiti. Ogni specifico riscontro può comunque essere ottenuto direttamente all’INPS, chiamando il Contact Center al numero verde.

 

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz