Lavoro in outsourcing nelle PMI: le consulenze

di Alessia Valentini

scritto il

Competenze professionali erogate in Outsourcing alle PMI: le figure più cercate e i canali per l'incontro tra domanda e offerta.

Le PMI stanno facendo ampio ricorso alle consulenze professionali esterne, per rimanere competitive sui mercati contenendo i costi. L’outsourcing è infatti una soluzione pratica per quelle aziende in cerca di competenze per attività di breve termine, così da risparmiare sui costi di impiego. PMI.it ne ha parlato con Bill Little, direttore generale per il mercato europeo della piattaforma di crowdsourcing Freelancer.com, a margine di un recente sondaggio condotto tra 2mila piccole e medie imprese. Per il 54% delle PMI intervistate, un consulente freelance rappresenta per l’azienda un forte vantaggio competitivo con un buon rapporto qualità/prezzo, e con modelli contrattuali flessibili ed elastici. Nel 46% dei casi, le professioni tecniche vengono affidate a programmatori e sviluppatori web per migliorare le performance ed essere competitivi, mentre scende al 35% il ricorso alle consulenze legali e a supporto amministrativo. Le figure più richieste? Esperti in traduzione, Email marketing, e-Commerce, Contabilità e consulenze legali. Tra le figure emergenti, il disegnatore 3D, grazie alla graduale diffusione delle stampanti in 3D che si possono utilizzare anche a casa (=>approfondisci gli annunci di lavoro più diffusi). Chi vuole candidarsi per collaborare con una azienda si candida sul sito per più lavori o si qualifica mediante la registrazione di quelli già svolti, per i quali può ricevere valutazioni che ne aumentino la buona reputazione. Dal punto di vista delle imprese, invece, è sufficiente postare una specifica richiesta di collaborazione direttamente sul portale.
L’ambito applicativo è ampio. Chi vuole investire o esportare all’estero, ad esempio, può essere utile rivolgersi a professionisti del luogo: professionisti del marketing in grado di avviare campagne efficaci, traduttori per la localizzazione del sito di e-commerce, e così via. Freelancer.com incentiva in questo senso “business in outsourcing”, offrendo alle aziende un vasto bacino di professionisti in grado di supportare tecnicamente anche a distanza, non solo in Italia ma anche in Germania, Spagna, Portogallo, Svezia, Turchia.. (=>consulta le posizioni aperte). Le recensioni sui lavori svolti serviranno ad arricchire il CV dei candidati, con un giudizio reputazionale che avvantaggia il professionista e la rete stessa dei suoi contatti.