Tratto dallo speciale:

Pensioni di agosto: calendario pagamenti e rimborsi IRPEF

di Noemi Ricci

scritto il

Calendario dei pagamenti delle pensioni di agosto: versati anche i rimborsi IRPEF da 730 ad agosto per chi ha presentato la dichiarazione entro giugno.

Il calendario dei pagamenti delle pensioni INPS di agosto 2022 si accompagna a quello dei rimborsi IRPEF derivanti dalle dichiarazioni dei redditi, che arrivano però con tempi differenti a seconda del mese in cui è stato presentato il 730.

Calendario pagamenti pensioni agosto 2022

L’accredito INPS che arriva il primo giorno del mese per tutti. Tuttavia, per il ritiro dell’importo presso gli sportelli delle Poste rimane il calendario scaglionato per cognome. Per chi è titolare di trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento, la data valuta per questo mese è dunque il 1° agosto, sia che si ritirino i contanti presso gli uffici di Poste Italiane che per chi riceve gli importi tramite le banche, ma chi sceglie di prelevare la pensione in contanti presso gli uffici postali deve rispettare il seguente calendario, basato sull’iniziale del cognome:

  • dalla A alla B lunedì 1 agosto 2022;
  • dalla C alla D martedì 2 agosto 2022;
  • dalla E alla K mercoledì 3 agosto 2022;
  • dalla L alla O giovedì 4 agosto 2022;
  • dalla P alla R venerdì 5 agosto 2022;
  • dalla S alla Z sabato 6 agosto 2022.

=> La Riforma Pensioni diventa misura politica

Rimborsi IRPEF con la pensione di agosto

Secondo quanto disposto dall’articolo 19 del Decreto MEF n. 164/1999, i pensionati iniziano a ricevere i rimborsi del modello 730 a partire dal secondo mese successivo a quello di ricezione del prospetto di liquidazione (documento che indica il risultato della dichiarazione dei redditi), diversamente dai dipendenti che li ricevono dal mese successivo.

Questo significa che, ad agosto, arriveranno i rimborsi IRPEF qualora spettanti, ai pensionati che hanno presentato la dichiarazione dei redditi entro giugno 2022. Chi ha presentato la dichiarazione IRPEF a luglio riceverà i rimborsi a settembre e così via.

Tutto ciò se i rimborsi non superano i 4.000 euro, perché in questo caso i tempi si allungano: prima di erogare somme di questa entità, infatti, l’Agenzia delle Entrate deve effettuare opportune verifiche che richiedono qualche mese di tempo.