Tratto dallo speciale:

Reddito di Cittadinanza di aprile 2022: date di pagamento, importi e verifica saldo

di Redazione PMI.it

scritto il

Reddito di Cittadinanza di aprile 2022: data di ricarica e ricalcolo Assegno Unico, come controllare il saldo online, per telefono o allo sportello Poste.

Con le festività di aprile 2022, le date di pagamento del Reddito di Cittadinanza e della Pensione di Cittadinanza si concentrano nell’ultima settimana del mese per chi riceve la ricarica della card RdC e Pd, mentre per chi prende il sussidio per la prima volta l’accredito è stato effettuato prima di Pasqua.

La vera novità del mese riguarda l’integrazione nella rata dell’Assegno Unico Universale per i figli a carico per gli aventi diritto. Per questa platea di beneficiari, il calcolo del Reddito di Cittadinanza subisce un doppio ricalcolo: per la quota figli (diversamente calcolata rispetto ai parametri precedenti) e per la riparametrizzazione del sussidio in base alla situazione reddituale  effettiva del nucleo familiare, comprensivo di redditi, auto e conti correnti ma anche dei trattamenti assistenziali in corso di godimento.

Vediamo di ricapitolare importi e calendario dei pagamenti di Pensione e Reddito di Cittadinanza di aprile 2022.

Ricarica card RdC aprile 2022

Quando vengono accreditati Reddito e Pensione di Cittadinanza nel mese di aprile 2022? Sono attualmente in lavorazione gli esiti delle ricariche del Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza di questo mese. Le ricariche delle card RdC e PdC dovrebbero arrivare a partire da mercoledì, 27 aprile 2022, in linea di massima dopo le 13.30, ma va ricordato che Poste Italiane, dopo aver ricevuto le disposizioni di pagamento dall’INPS, ha tempo fino all’ultimo giorno del mese per terminare tutti i pagamenti.

I nuovi beneficiari di RdC e PdC, o chi ha rinnovato il sussidio dopo la scadenza dei 18 mesi, dovrebbe aver già ricevuto gli importi spettanti a metà mese, dal 15 aprile 2022.

=> Calcolo Reddito di Cittadinanza

Pagamento RdC: come verificarlo

Per verificare l’avvenuta ricarica sulla card RdC e PdC, i beneficiari possono seguire diverse strade:

  • collegarsi al sito ufficiale redditodicittadinanza.gov.it, accedendo all’area dedicata alla verifica del saldo della carta con credenziali SPID, CIE o CNS;
  • chiamare il numero verde 800 666 888 gratuito sia da rete fissa che da rete mobile, cliccando sul tasto “1” e, successivamente, inserendo tramite il tastierino numerico le 16 cifre indicate sulla carta;
  • recarsi allo sportello Postamat e verificare il saldo. Allo sportello è anche possibile prelevare una parte della somma in contanti (fino a 100 euro al mese per i single e fino a 220 euro per i nuclei familiari di almeno quattro persone);
  • utilizzare l’App Reddito di Cittadinanza dell’INPS.

=> Reddito di Cittadinanza: luci e ombre sulle ultime novità

Importo RdC con Assegno Unico

A differenza degli altri nuclei familiari, i beneficiari di RdC con figli a carico non hanno dovuto presentare domanda di Assegno Unico, poiché l’INPS lo accredita d’ufficio agli aventi diritto. Tuttavia, mentre per la generalità dei nuclei familiari che ne abbiano fatto richiesta la prima mensilità dell’assegno unico universale è arrivata a marzo 2022, per chi percepisce l’RdC il primo accredito è integrato con il pagamento di aprile. Questo perché la ricarica fa riferimento al mese precedente a quello in cui avviene il pagamento, quindi la ricarica di aprile 2022 tiene conto dell’Assegno Unico Universale introdotto a marzo.

=> Reddito di Cittadinanza quando scade? Il calendario

La rata di aprile 2022 del Reddito di Cittadinanza sconta anche un eventuale conguaglio a compensazione di quanto ricevuto in più nel mese di febbraio nel caso in cui uno dei membri della famiglia stia ricevendo un trattamento assistenziale INPS: in questo caso, questo reddito si somma a quello normalmente calcolato ai fini della ricarica, e questo a partire fin dalla rata di febbraio, ragion per cui possono scattare questo mese le trattenute per la mancata applicazione del ricalcolo sulle precedenti due ricariche.

RdC in scadenza ad aprile

Per chi ha presentato domanda di RdC o PdC a settembre 2020, il sussidio risulta scaduto a partire dal mese di aprile. Qualora sussista ancora la situazione di necessità e il nucleo familiare abbia ancora i requisiti per richiedere il sussidio, è possibile presentare domanda di rinnovo. In tal caso, però, è necessario un mese di sospensione prima di poter ricevere una nuova ricarica.