Tratto dallo speciale:

Cariparma-Confapi Reggio Emilia, 20mln per sostenere le Pmi locali

di Ermanno Cece

scritto il

Le 500 piccole e medie imprese iscritte a Confapi pmi della Provincia di Reggio Emilia, nelle quali operano circa 15.000 addetti, potranno continuare a beneficiare dei finanziamenti concessi nell'ambito della convenzione siglata tra l'associazione industriale locale e Cariparma.

In particolare, la banca, facente parte del gruppo francese Crédit Agricole, ha deciso di continuare a sostenere il sistema produttivo locale prorogando e rafforzando la convenzione già  esistente e mettendo a disposizione delle imprese un nuovo plafond creditizio di 20 milioni di euro a sostegno degli investimenti e della liquidità  aziendale.

In occasione di una recente assemblea, la Confapi pmi Reggio Emilia aveva presentato una analisi condotta tra le aziende associate sul tema del rapporto banca-impresa nella quale risultava che la metà  degli intervistati non era soddisfatta.

Cristina Carbognani, Presidente dell’associazione, aveva chiesto risposte concrete, che avessero potuto sostenere l'attività  imprenditoriale e ricreare quell’equilibrio del rapporto banca-impresa, indispensabile per la ripresa e lo sviluppo delle aziende e la tutela dell’occupazione.

Una prima risposta è arrivata dalla proroga della convenzione con Cariparma che, nell'ambito dell'intesa, ha inserito nuovi prodotti rivolti:

  • all'anticipo del rimborso IVA;
  • al rafforzamento patrimoniale dell'aziende nei casi in cui gli imprenditori intendano apportare nuovo capitale in azienda; oppure necessitino di ulteriore liquidità  per proseguire nei piani di investimento e nel riequilibrio delle fonti finanziarie dopo aver apportato nuovo capitale; oppure abbiano deliberato un aumento di capitale e chiedano alla banca di accompagnarli nel processo di rafforzamento;
  • alle imprese che puntino a realizzare progetti di sviluppo all'estero;
  • alle aziende che intendano investire nella produzione di energia da fonti rinnovabili.

Secondo la stessa Carbognani, “l'obiettivo dell'accordo è di favorire la patrimonializzazione delle piccole e medie imprese, per un più facile accesso al credito e un sostegno ai progetti di sviluppo a medio-lungo termine.

“Un modo per migliorarne la governance e la trasparenza per poter affrontare, resistere e reagire alla crisi”.

L'Ufficio Credito di Confapi pmi Reggio Emilia è a disposizione per supportare le aziende nei contatti con la banca.