Incentivi Rinnovabili: emendamenti al Dl Competitività

di Barbara Weisz

scritto il

Decreto spalma-incentivi alle Rinnovabili: negli emendamenti al Senato resta immutata l'opzione a 24 anni, si sdoppia la formula per i piani a 20 anni.

Nuova formulazione per lo spalma incentivi alle Rinnovabili contenuto nel Dl competitività e finalizzato a tagliare le bollette del 10%: le novità sono contenute negli emendamenti al decreto all’esame delle commissioni Industria e Ambiente del Senato. In pratica, le opzioni per le imprese produttrici di energia da impianti fotovoltaici diventano tre (rispetto alle due previste dall‘articolo 26 del Dl 91/2014).

Tre opzioni

1. Resta immutata la possibilità di spalmare gli incentivi su 24 anni, con una riduzione modulata in base alla tabella allegata al decreto (dal 25% per un periodo residuo di 12 al 17% oltre i 19 anni).

=> Taglio Tinnovabili: tabella con incentivi ridotti

2. Per il produttore che sceglie di ricevere l’incentivo su 20 anni (il decreto attualmente in vigore prevede un taglio dell’8%), gli emendamenti sdoppiano questa opzione:

  • rimodulazione della tariffa con una prima riduzione e un successivo incremento in ugual misura,
  • riduzione a scaglioni a seconda della potenza dell’impianto (6% per quelli tra 200 e 500 kW, 8% fino a 900 kW, 10% per quelli superiori).

Le imprese dovrebbero comunicare quale opzione preferiscono entro il 30 novembre 2014, nel caso in cui non lo facciano il GSE applicherebbe automaticamente la terza (rimodulazione a seconda della potenza).

=> Rinnovabili, pro e contro del decreto spalma incentivi

Cessione incentivo

Altra novità: i produttori di energia da fonti rinnovabili che ricevono contributi possono cedere fino all’80% degli incentivi stessi a un acquirente selezionato tra i primari operatori finanziari europei. Confermata la possibilità di ricorrere a finanziamenti bancari assistiti da garanzia della CdP, agevolati da ulteriori disposizioni per semplificare il recesso parziale o totale.

I Video di PMI

Finanziamenti energie rinnovabili e risparmio energetico