Tratto dallo speciale:

Sinergia: UE per l’efficienza energetica delle PMI

di Silvana Santo

scritto il

Ai nastri di partenza il Progetto UE Sinergia, coordinato dall'ENEA: investimenti e risorse per incrementare l'efficienza delle PMI del Mediterraneo al fine di renderle più competitive, con un focus particolare per il settore agroalimentare.

Si chiama Sinergia – “Miglioramento dell’efficienza energetica attraverso il trasferimento di innovazione alle PMI dell’area mediterranea” – il nuovo progetto europeo, coordinata dall’ENEA, che punta a promuovere l’efficienza energetica tra le imprese attive nell’area del Mediterraneo: si tratta soprattutto di PMI, che faticano a reperire risorse per innovare e fare ricerca. Per questo l’Europa ha pensato di aiutarle a migliorare il proprio grado di efficienza energetica ai fini di un upgrade in termini di competitività sul mercato globale.

Più in concreto, il progetto prevede che 50 imprese campione accedano, nell’arco dei prossimi due anni, a una serie di attività di supporto per il miglioramento degli standard di efficienza e di sostenibilità ambientale nei propri processi produttivi.Tra le iniziative previste, la creazione di una piattaforma web che permetta alle PMI di verificare in maniera autonoma i propri consumi energetici, oltre a ottenere suggerimenti per tagliarli o puntare sulle fonti rinnovabili. In programma, inoltre, l’istituzione di help-desk locali che offriranno informazioni sui finanziamenti disponibili in materia di ricerca e innovazione nel campo dell’efficienza energetica.

PMI dell’Agroalimentare

Sempre nell’ambito di Sinergia, sarà poi istituita una “Alleanza mediterranea per l’efficienza energetica nell’agroalimentare”, con un programma pluriennale di investimenti pensato insieme ad associazioni di categoria, imprese e centri di ricerca attivi nell’area del Mediterraneo. L’obiettivo è quello di favorire il raggiungimento degli obiettivi europei del “pacchetto clima energia 20-20-20” (ridurre le emissioni di gas serra del 20%, alzare al 20% la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili e portare al 20% il risparmio energetico entro il 2020). Questa particolare attività prevede la partecipazione di Euris, società padovana specializzata in consulenze strategiche per la partecipazione alle Politiche ed ai Programmi Europei.

Tra i partner del progetto compare anche la Federazione dell’industria alimentare italiana, che si occuperà di diffondere i risultati di Sinergia, cofinanziato dalla Commissione UE nell’ambito del Programma di cooperazione transnazionale MED (Europe in the Mediterranean) coinvolgendo partner provenienti anche da Spagna, Francia, Slovenia, Croazia, Grecia e Albania. Dal mese di novembre sarà attivato il sito di riferimento www.sinergia-med.eu.