Artigianato toscano: più credito, meno contraffazione

di Teresa Barone

scritto il

Le richieste di Cna Toscana alla futura amministrazione regionale: misure per il credito e lotta alla contraffazione per rilanciare l’artigianato.

Agevolazioni per l’accesso al credito e lotta alla contraffazione: ecco le priorità dell’artigianato toscano secondo quanto dichiarato da Saverio Paolieri, direttore Cna Toscana, che chiede apertamente all’amministrazione regionale che verrà un maggiore sostegno verso le imprese del settore.

=> Artigianato: nuove regole per il fondo di solidarietà

«Le aziende artigianali toscane hanno una forte vocazione per l‘estero, per questo occorre un maggior sostegno all’internazionalizzazione. In Toscana c’è una società a capitale interamente pubblico che si chiama ‘Toscana promozione’ che si occupa proprio di questo. Noi vorremmo riformare questa società, efficientandola e prevedendo una partecipazione delle parti sociali interessate.»

Credito

Per quanto riguarda il credito alle imprese artigiane, Cna chiee l’integrazione della finanziaria regionale, Fidi Toscana, con i Confidi delle varie associazioni locali.

Contraffazione

Cna Toscana, inoltre, sottolinea la firma del protocollo tra la Regione e la filiera della pelle. Un’intesa che;

«Non riguarda solo marchi di prima fascia, come Gucci. Ma riguarda la difesa di migliaia di imprese che occupano moltissimi dipendenti.»

=> Leggi tutte le news per le PMI della Toscana

I Video di PMI