Editoria: incentivi alle testate online toscane

di Teresa Barone

scritto il

Contributi in conto capitale alle PMI toscane attive nell’editoria online che assumeranno almeno un giornalista a tempo indeterminato entro il 2013.

La Regione Toscana sostiene i programmi d’investimento delle imprese editrici di testate giornalistiche online: sono destinatarie del bando tutte le PMI con sede operativa nel territorio della Regione e non controllate da società editoriali che editano anche testate giornalistiche cartacee, quotidiane o di altra periodicità.

=> Editoria Digitale: Google paga i diritti

Le imprese editrici di testate online devono inoltre essere registrate presso la cancelleria di un tribunale della Regione Toscana e non devono essere titolari di concessioni di frequenze radiotelevisive digitali.

I contributi regionali possono essere richiesti per coprire le spese relative agli investimenti innovativi (adeguamento delle apparecchiature/impianti, acquisto di hardware e software, spese di consulenza).

Requisito fondamentale per richiedere i contributi (che consistono in un contributo in conto capitale pari al 60% delle spese sostenute per l’investimento), inoltre, è l’impegno ad assumere a tempo indeterminato almeno un giornalista dipendente con il quale è sottoscritto uno dei contratti stipulati dalla FNSI.

=> Editoria digitale: 350 mila euro per le PMI toscane

Le imprese possono presentare le domande per ottenere gli incentivi dal 1 aprile al 31 maggio 2013.

Il bando è pubblicato sul sito Web Rete Toscana

=> Leggi tutte le news per le PMI della Toscana

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali