Incentivi alle imprese che assumono in Emilia Romagna

di Teresa Barone

scritto il

Al via il “Piano straordinario per l'occupazione dei giovani” in Emilia Romagna: incentivi alle imprese che assumono, maggiorati per le lavoratrici donne.

Parte in Emilia Romagna il “Piano straordinario per l’occupazione dei giovani”, che prevede la concessione di incentivi alle imprese per le assunzioni o stabilizzazioni di forza lavoro giovanile, di età compresa tra i 18 e i 34 anni. Le risorse regionali ammontano a 20 milioni di euro.

Piano straordinario per l’occupazione dei giovani

La Regione Emilia Romagna, attraverso l’attuazione del Piano straordinario per l’occupazione, mira a contrastare la precarietà e creare nuovi posti di lavoro, incentivando le imprese che assumono a tempo indeterminato: sono previsti contributi di 7 mila euro per i lavoratori di sesso maschile, e 8 mila euro per le donne. La trasformazione di un contratto di apprendistato in contratto a tempo indeterminato, invece, prevede lo stanziamento di 3 mila euro per i lavoratori e 4 mila per le lavoratrici.

Il bando, inoltre, prevede una maggiorazione degli incentivi fino al 150% a favore delle imprese che non hanno effettuato licenziamenti al 31 dicembre 2011, mentre il contratto di lavoro dovrà essere mantenuto per almeno 3 anni senza la possibilità, da parte dell’azienda, di ricorrere agli ammortizzatori sociali.

Le domande possono essere presentate alla Provincia di riferimento, e le assunzioni e le trasformazioni devono essere attivate nel periodo tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2012: come ultimo requisito, i nuovi assunti devono percepire una retribuzione lorda minima di almeno 15 mila euro annui.

Il bando è pubblicato sul sito della Regione Emilia Romagna