Tratto dallo speciale:

Internazionalizzazione Pmi: bando in Toscana

di Redazione PMI.it

scritto il

Per favorire l'internazionalizzazione delle Pmi, la Regione Toscana ha istituito un fondo di 10milioni di euro, per aziende e reti di imprese: i dettagli del bando.

La Regione Toscana stanzia 10 milioni di euro per favorire l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese del territorio:  sono previsti contributi in conto capitale e agevolazioni per nuovi investimenti e spese finalizzate a promuovere l’attività aziendale all’estero, in particolare nella UE.

Il bando

Destinatarie del bando sono le imprese toscane che mirano a far conoscere il loro marchio all’estero, che potranno ricevere finanziamenti a fondo perduto fino al 50% delle spese sostenute nell’ambito dell’internazionalizzazione. I beneficiari delle agevolazioni, oltre alle aziende locali, sono consorzi e reti di imprese.

Secondo l’assessore alle attività produttive Gianfranco Simoncini, infatti, il concetto di internazionalizzazione ha come base proprio la necessità di fare Rete tra le imprese del medesimo territorio.

«L’internazionalizzazione è uno dei pilastri sui quali intendiamo poggiare le nostre politiche per lo sviluppo, che si muovono sulle tre direttrici del sostegno ai settori strategici, dell’attrazione di investimenti e dell’aiuto al riposizionamento competitivo. In questo contesto, alle iniziative per l’internazionalizzazione, si affiancano quelle per la creazione di reti di imprese e per l’innovazione».

Contributi a fondo perduto

Le domande per partecipare al bando possono essere presentate a partire dal 12 gennaio 2012 fino al 23 marzo 2012. I finanziamenti devono essere utilizzati per promuovere attività di internazionalizzazione come la partecipazione a fiere estere, la creazione di sale espositive o filiali oltralpe, strutture logistiche e altre attività promozionali come seminati, siti Web e Workshop.