Tratto dallo speciale:

Alto Adige per l’innovazione

di Alessia Valentini

scritto il

Per chi vive nel territorio atesino, ci sono oggi tante possibilità per sfruttare le proprie idee e assumersi i rischi di una impresa.

Il nuovo bando di finanziamento per start-up innovative della Provincia di Bolzano destina 600mila euro di fondi alla loro creazione o capitalizzazione, grazie alla partecipazione nel capitale di un business angel o venture capitalist.

Pubblicato il 9 maggio e aperto fino al 28 giugno, il bando favorisce nuovi progetti che valorizzino la relazione tra imprenditori e investitori, con una partecipazione di minoranza non inferiore ad un terzo del capitale sociale della neo costituita azienda.

Il vantaggio competitivo per le giovani realtà sta nell’esperienza manageriale e nelle risorse finanziarie ottenute, per tentare una crescita e un consolidamento in tempi rapidi anche in un periodo di poche certezze.

=>Scopri gli altri bandi in Alto Adige

I destinatari dei nuovi fondi sono: ricercatori universitari e laureati in materie tecnico-scientifiche od economiche, piccole aziende, micro imprese e start up in forma di società  di capitali, che si impegnino a creare un’unità produttiva sul territorio per un periodo minimo di 3 anni dalla data di avvio della realizzazione del business plan.

Gli interessati inviano domanda in forma cartacea e digitale presso l’Ufficio provinciale Innovazione, Ricerca e Sviluppoentro le ore 12:00 del 28 giugno 2013  – secondo le modalità e con la modulistica scaricabili dal sito della rete civica Alto Adige.

=>Scopri anche: Progetto 103 Startup in Trentino Alto Adige

La presenza di un Business Angel nella neonata compagine sociale permette alla start up di svilupparsi con ritmi di crescita superiori al normale grazie all’assistenza manageriale e alle competenze tecniche e organizzative.

Segnaliamo a questo proposito l’attività di BLS – società altoatesina con sede a Bolzano che si occupa di marketing territoriale, insediamento di imprese e supporto ad aziende pubbliche e private nella localizzazione e sviluppo di aree produttive – fornisce sostegno e servizi gratuiti prima, durante e dopo un insediamento in Alto Adige. Avendo anche il compito di promuovere e sviluppare l’Alto Adige quale location cinematografica, BLS assiste e supporta le case di produzione nel loro lavoro in loco e amministra il Fondo altoatesino alle produzioni.

=> Leggi tutte le news per le PMI del Trentino Alto Adige

In Alto Adige si assiste ad una concomitanza di condizioni favorevoli: risorse  finanziarie, competitività, poca burocrazia e propensione all’innovazione tra le nuove aziende e gli investitori in capitale di rischio. La vivacità economica locale nel territorio è comprovata da alcuni dati di dettaglio riassunti schematicamente:

Start up alto atesine N –  €
Sopravvivenza start-up (2012) 89%
Aziende accompagnate dal 1998 (maggio 2013) 101
Posti di lavoro creati grazie a start-up incubate 369
Start-up incubate (aprile 2013) 24
Nuove ammissioni di start-up nel 2012 7
Fatturato totale delle start-up (2012) 44 mln
Brevetti 15

Per informazioni sul bando e sulle opportunità di fare impresa in Alto Adige si possono contattare Michele Gallo e Marie Mawe o accedere al sito dei servizi per le imprese atesine.