Tratto dallo speciale:

Contributo perequativo, DPCM di proroga al 30 settembre

di Redazione PMI.it

scritto il

Contributo a fondo perduto perequativo: prorogato al 30 settembre l'obbligo di presentazione anticipata del modello Redditi.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze conferma lo slittamento dal 10 al 30 settembre del termine di trasmissione della dichiarazione modello Redditi 2021 richiesto ai contribuenti che intendono richiedere il contributo a fondo perduto “perequativo” di fine anno, introdotto dal Decreto Sostegni-bis e integrativo del ristoro automatico.

Con un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri è stata infatti modificata la scadenza prevista dall’articolo 1, comma 24, Decreto-legge n. 73 del 25 maggio 2021

in considerazione delle esigenze rappresentate dagli ordini professionali e dalle associazioni di categoria.

Per tutti gli altri contribuenti, specifica una nota del MEF, la scadenza per l’invio del modello Redditi/2021 resta il 30 novembre. Il provvedimento che arriva su proposta del ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, è già stato bollinato dalla Ragioneria di Stato.

Intanto, sono stati individuati i campi dei modelli dichiarativi da prendere a riferimento per il requisito necessario ad ottenere il contributo a fondo perduto perequativo, che spetta con un peggioramento del risultato economico d’esercizio relativo al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2020, rispetto a quello 2019. Per la percentuale di peggioramento, invece, sarà emanato un apposito decreto MEF e infine, con un ulteriore provvedimento, saranno approvati il modello con le istruzioni, le modalità e i termini di presentazione dell’istanza.