Emilia-Romagna: ristori regionali per le imprese

di Redazione PMI.it

scritto il

Al via l’operazione ristori promossa dalla Regione a beneficio delle attività locali duramente colpite dalla pandemia.

Grazie a un plafond di aiuti pari a 40milioni di euro, prende il via in Emilia-Romagna l’erogazione dei ristori regionali a beneficio delle imprese colpite dalle conseguenze della pandemia e alle prese con varie limitazioni e chiusure.

=> Emilia-Romagna: tamponi gratuiti per i lavoratori

Le risorse si aggiungono a quelle nazionali e prevedono l’attivazione di bandi ad hoc per bar e ristoranti a partire dal 20 gennaio: saranno gli Enti camerali a gestire singoli bandi in ogni provincia attraverso una convenzione già approvata con Unioncamere Emilia-Romagna. La Regione stessa, invece, gestirà direttamente altri due bandi da 1,5 milioni di euro rivolti rispettivamente:

  • ai gestori delle piscine pubbliche, per l’erogazione di un contributo diretto una tantum in un’unica soluzione;
  • a beneficio invece di Taxi e Noleggio con conducente (Ncc), bonus erogati sulla base delle licenze in essere.

Saranno messi a disposizione ristori anche per le seguenti attività: imprese culturali e cinema, palestre, spettacolo viaggiante, discoteche e locali da ballo assimilati. Circa 4 milioni di euro sono infine da destinare ai ristori per altre categorie, fra cui venditori ambulanti in fiere e sagre paesane.