Safe working: contributi alle imprese lombarde

di Redazione PMI.it

scritto il

Contributi a fondo perduto alle micro e piccole imprese lombarde per favorire la ripartenza in sicurezza: domande entro novembre.

Sostenere la ripresa delle micro e piccole imprese lombarde che stanno ripartendo con fatica a causa della chiusura obbligatoria, conseguenza dell’emergenza epidemiologica Covid-19: questo è l’obiettivo della misura “Safe Working” basata sull’erogazione di aiuti finalizzati all’adozione di interventi per la sicurezza dell’attività d’impresa, a beneficio di lavoratori, clienti/utenti e fornitori.

=> Startcup Lombardia: call per imprese innovative

Beneficiari e contributi

I beneficiari della misura sono le micro e piccole imprese con almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia, operanti nei settori del commercio al dettaglio, dei pubblici esercizi (bar e ristoranti), dell’artigianato, del manifatturiero, dell’edilizia, dei servizi, dell’istruzione e dello sport.

È prevista un’agevolazione che consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino al 60% delle spese sostenute per le piccole imprese, mentre per le microimprese la soglia sale fino al 70%. Il contributo, nello specifico, può estendersi fino a 25mila euro a fronte di un investimento minimo di 2mila euro. Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 22 marzo 2020.

Domande

Le domande di contributo devono essere presentate entro il 10 novembre 2020, come illustrato sul sito della Regione Lombardia.

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali