Tratto dallo speciale:

Ddl Innovazione: incentivi alle Startup

di Redazione PMI.it

scritto il

Le proposte di legge su cui Governo e Parlamento stanno lavorando per attrarre più investimenti in startup e PMI innovative.

Allo studio del Governo nuove misure volte ad incentivare gli investimenti nelle imprese innovative. La proposta di concedere detrazioni più importanti per chi investe in queste attività potrebbe trovare spazio nel Ddl Innovazione che dovrebbe arrivare in Aula in primavera. Per ora si ragiona ancora nel campo delle ipotesi, visto che per arrivare ad un aggiornamento ufficiale delle regole e degli incentivi sulle startup e il venture capital bisognerà che al Governo si trovi un equilibrio, ma anche anche la necessaria copertura finanziaria.

=> Innovazione e servizi digitali a portata di PMI

Investimenti in PMI e startup innovative: le novità

La proposta di legge sulle startup e le PMI innovative presentata da Mattia Mor (Italia Viva) risale a ottobre 2018, ma solo ora è in procinto di essere esaminata dalla Commissione Attività produttive della Camera, in contemporanea al Disegno di legge sull’innovazione e l’attrazione degli investimenti collegato alla Legge di Bilancio.

Si ragiona su:

  • estendere agli incubatori certificati delle agevolazioni previste per le PMI innovative;
  • l’Open innovation, il Fintech e il corporate venture capital per coinvolgere le grandi aziende e gli over the top;
  • l’innalzamento oltre 25 milioni del limite di patrimonio netto previsto per le Società di investimento semplice;
  • un potenziamento del sistema Visti veloci per chi crea una startup innovativa in Italia.

=> Startup innovative: mappa e settori traino

Per la legge di Mattia Mor, le ingenti coperture finanziarie necessarie per dare vita alle agevolazioni e agli incentivi previsti potrebbero costringere a portare i singoli pezzi della proposta in provvedimenti di spesa come il Decreto Crescita o la Legge di Bilancio. Si tratta in particolare di:

  • aumentare fino al 70% dell’aliquota, fissata oggi al 30%, per detrazioni e deduzioni a favore di chi investe in startup innovative;
  • detassare completamente le plusvalenze derivanti dalle partecipazioni in startup o PMI innovative;
  • detassare al 50% le minusvalenze relative alle partecipazioni;
  • concedere il 90% di sconto fiscale sugli investimenti per acquisire startup che rischiano il fallimento;
  • introdurre la deducibilità al 70% per le spese di costituzione di un fondo di corporate venture capital;
  • prevedere la decontribuzione per 3 anni per l’assunzione di lavoratori a tempo indeterminato;
  • concedere periodi di congedo per i lavoratori che intendano costituire una startup.

I Video di PMI