Ammortizzatori Sociali

Per ammortizzatori sociali si intende il complesso di misure adottate dagli organi governativi che hanno lo scopo di sostenere economicamente tutti coloro che vivono una situazione di disoccupazione. In questa sezione del sito trovi tutte le notizie relativi agli interventi di sostegno al reddito adottati sia a livello nazionale che a livello regionale, come accedere e le novità 2015.

Voucher ricollocamento: i disoccupati aventi diritto

Ricerca di lavoro Fra le tante novità inserite nei decreti attuativi approvati del Jobs Act, c'è anche il Contratto di Ricollocazione, un nuovo strumento a disposizione dei disoccupati per garantirsi validi servizi di ricerca di nuova occupazione. In pratica, a disposizione del lavoratore che ha perso il posto c'è un voucher ricollocamento, di importo variabile a seconda dei diversi profili professionali e della relativa difficoltà di ricollocazione, che il lavoratore può spendere rivolgendosi a una struttura pubblica o privata per la ricerca di lavoro. Originariamente, il voucher ricollocamento era...

Contratti di solidarietà: integrazione salariale 2015 al 70%

Salari Dal 2015 torna al 70% l’integrazione salariale dei contratti di solidarietà. È la novità introdotta da un emendamento al decreto Milleproroghe approvato dalla Commissione Bilancio alla Camera. Il ripristino per tutto il 2015 del contributo nella misura del 70% per i contratti in essere verrà finanziato con 50 milioni di euro di risorse recuperate dal fondo sociale per l’occupazione e la formazione. => Milleproroghe: tutti i rinvii normativi Viene dunque confermato l’intervento sui contratti di solidarietà anticipato nei giorni scorsi dal sottosegretario al Ministero del...

Sostegno al reddito: importi massimi delle indennità

Disoccupazione Con la Circolare n.19/2015 l'INPS ha stabilito gli importi massimi delle indennità di sostegno del reddito per il 2015. Tali importi per trattamenti di integrazione salariale, mobilità, trattamenti speciali di disoccupazione per l’edilizia, indennità di disoccupazione ASpI e Mini ASpI ed assegno per attività socialmente utili, sono entrati in vigore a partire dal 1° gennaio 2015. Gli importi massimi vengono indicati al lordo ed al netto della riduzione prevista dall’art. 26 L. 41/86 e distinti in base alla retribuzione soglia di riferimento. Viene inoltre riportata la misura...

Disoccupazione speciale edile e lavoro autonomo cumulabili

Edilizia Il trattamento di disoccupazione speciale edile è cumulabile con il lavoro autonomo, a precisarlo è stato l'INPS con il Messaggio n. 501/2015, l’INPS in risposta ai quesiti formulati dalle strutture periferiche e dagli utenti. Più in particolare l'Istituto ha confermato la compatibilità e cumulabilità dello svolgimento di lavoro autonomo con la percezione dei trattamenti speciali di disoccupazione edile, così come avviene per l’indennità di disoccupazione ASpI, non essendo stato previsto dal legislatore il reddito da lavoro autonomo come causa di decadenza...

Asdi: il nuovo assegno di disoccupazione

Disoccupazione La legge delega di Riforma del Lavoro, il Jobs Act, ha introdotto importanti novità in tema di ammortizzatori sociali: l'ASpI, assicurazione per l’impiego introdotta dalla Legge Fornero, da maggio 2015 cambierà infatti volto e si chiamerà NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego). Una volta che questa si esaurirà, però, i lavoratori che permarranno nella condizione di disoccupazione con un ISEE basso potranno fruire dell'assegno di disoccupazione (Asdi) per un massimo di 6 mesi. Ad introdurre questa ulteriore tutela di sostegno al reddito per i lavoratori percettori...

NASpI: regole per l’indennità di disoccupazione

Disoccupazione La Ragioneria dello Stato ha sciolto le riserve e bollinato il testo, quindi anche il decreto sulla nuova NASpI (la nuova indennità di disoccupazione che sostituisce l'ASpI), insieme a quello sul contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti, è pronto per essere trasmesso alle commissioni parlamentari per i necessari parerei. Si tratta, come è noto, dei primi due decreti attuatiti del Disegno di legge delega di Riforma del Lavoro, il Jobs Act, entrambi approvati dal Consiglio dei Ministri, dello scorso 24 dicembre. La Ragioneria aveva espresso dubbi, ora superati, sul fatto che le...

Guida alla nuova NASpI

Renzi presenta il decreto sulla nuova NASpI dopo il CDM del 24 dicembre In attuazione della legge delega di Riforma del Lavoro, il Jobs Act, il Consiglio dei Ministri del 24 dicembre ha approvato anche un decreto relativo alla riforma degli ammortizzatori sociali, che introduce importanti novità in tema di ASpI. Nel dettaglio l'assicurazione per l'impiego introdotta dalla Legge Fornero dell'estate 2012 dal primo maggio 2015 si chiamerà NASpI - che sta per Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego - mentre per i collaboratori coordinati e continuativi arriva un'indennità di disoccupazione chiamata DIS-COLL. I nuovi ammortizzatori si rivolgono dunque a una...

Cocopro: scadenza e istruzioni per la disoccupazione

Inps Ancora poche settimane per chiedere l'indennità di disoccupazione una tantum da parte dei cocopro: il termine, come ogni anno, è il 31 dicembre 2014. Chi matura il requisito di un mese di contributi nel corso di questo ultimo mese dell'anno, ha invece tempo fino al 31 gennaio 2015. Si tratta, con ogni probabilità, dell'ultimo anno in cui verrà versata questa indennità, visto che il Jobs Act approvato dal Parlamento estende ai cocopro l'ASpI, l'assicurazione per l'impiego, e comunque prevede il progressivo superamento di questa forma contrattuale. => Cocopro: addio dal 2015 alle...

Cassa integrazione: risorse per i lavoratori toscani

Inps Arrivano nuove risorse per coprire la richiesta di cassa integrazione in deroga e mobilità a favore dei lavoratori toscani: ammonta a 33 milioni di euro, infatti, il plafond stanziato dal Governo per la Regione Toscana che permetterà di autorizzare e trasmettere all’INPS le domande per la CIG già oggetto di accordo sindacale, prima dell’entrata in vigore della nuova regolamentazione sugli ammortizzatori in deroga. => Cassa integrazione e mobilità in deroga: accordo in Toscana Risorse Come annuncia l'assessore alle Attività produttive, credito e lavoro della Regione...

Contributo di solidarietà: versamenti e arretrati 2014

Contributi Sono numerose le scadenze fiscali del 16 dicembre, tra queste anche il versamento dei contributi arretrati al Fondo di solidarietà residuale. I versamenti riguardano i contributi dei mesi da gennaio a settembre, senza applicazione di sanzioni e interessi. L'adempimento vede interessati i datori di lavoro con più di 15 dipendenti, appartenenti a settori esclusi dalla disciplina dell’integrazione salariale e per i quali non sia ancora operante uno dei Fondi di solidarietà nati dalla Riforma del Lavoro Fornero (legge n. 92/2012). => Riforma Lavoro: i Fondi di solidarietà nelle...

X
Se vuoi aggiornamenti su Contributo di solidarietà: versamenti e arretrati 2014

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy