Ammortizzatori Sociali

Per ammortizzatori sociali si intende il complesso di misure adottate dagli organi governativi che hanno lo scopo di sostenere economicamente tutti coloro che vivono una situazione di disoccupazione. In questa sezione del sito trovi tutte le notizie relativi agli interventi di sostegno al reddito adottati sia a livello nazionale che a livello regionale, come accedere e le novità 2015.

NASpI, ASDI e DIS-COLL: a chi spetta l’assegno

Ammortizzatori sociali A maggio faranno il proprio debutto i nuovi ammortizzatori sociali previsti dal Dlgs 22/2015, il decreto attuativo del Jobs Act: la NASpI, la nuova indennità di disoccupazione che sostituisce l’ASpI e la mini-ASpI, e i due nuovi trattamenti contro la disoccupazione che tuteleranno coloro che hanno esaurito la NASpI e sono in condizione di bisogno (ASDI) e i precari (DIS-COLL). => Assegno di disoccupazione più semplice: la guida NASpI I destinatari della NASpI, la nuova assicurazione sociale per l'impiego sono tutti i lavoratori e le lavoratrici dipendenti, ad esclusione dei...

Indennità per collaboratori disoccupati: la domanda INPS

Inps La domanda per ottenere l'indennità per collaboratori disoccupati DIS-COLL va presentata esclusivamente in via telematica a partire dall'11 maggio, fino a questa data si può fare richiesta anche con modello cartaceo o via PEC: tutti i dettagli sulla DIS-COLL, introdotta dalla Riforma Ammortizzatori Sociali attuativa del Jobs Act (il decreto 22/2015), sono contenuti nella circolare applicativa INPS 83/2015. L'indennità spetta a collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, che perdono involontariamente il lavoro, sono iscritti in via esclusiva alla gestione separata INPS,...

Assegno di disoccupazione più semplice: la guida

naspi Tutte le regole relative ad ASpI e Mini ASpI in materia di oneri contributivi e agevolazioni in caso di assunzione di lavoratori che percepiscono l'assegno di disoccupazione valgono anche per la NASPI: lo rileva la circolare 9/2015 dei Consulenti del Lavoro sul Dlgs 22/2015, il decreto attuativo del Jobs Act sui nuovi ammortizzatori sociali. Non sembra invece applicabile, nel 2015, la norma prevista dalla Riforma del Lavoro Fornero sulla restituzione del contributo dell'1,4% alle imprese che trasformano contratti a termine in tempo indeterminato, in virtù del fatto che per quest'anno...

Fondo di solidarietà residuale: ambiti di applicazione

Fondo di solidarietà Con la Circolare n.79/2015 l'INPS ha fornito ulteriori indicazioni in merito all'ambito di applicazione Fondo di solidarietà residuale (ex articolo 3, comma 19, Legge n. 92/2012) e sull’assolvimento del relativo obbligo contributivo, a fronte dei chiarimenti arrivati dal Ministero del Lavoro. => Lavoro: risposte del Ministero agli interpelli I chiarimenti si sono resi necessari poiché il decreto ministeriale n. 79141 del 7 febbraio 2014, istitutivo del Fondo di solidarietà residuale non identifica espressamente i settori in cui devono operare le imprese rientranti nel suo ambito...

Incentivi imprese: al via contributi di solidarietà

INPS Con la Circolare n. 70/2015 l'INPS ha fornito le istruzioni per il recupero dello sgravio 2006 – 2008 relativamente ai contratti di solidarietà, accompagnati da CIGS, stipulati successivamente al 14 giugno 1995 e alla riduzione contributiva prevista dall’art. 6, comma 4, della legge 28 novembre 1996, n. 608. Le disposizioni operative riguardano i contratti di solidarietà difensivi per le aziende soggette alla disciplina CIGS, stipulati esclusivamente tra il 1° gennaio 2006 e il 30 giugno 2008 e i cui benefici contributivi si collochino per competenza nello stesso periodo. =>...

NASpI per gli stagionali: assegno più lontano

Riforma del lavoro I periodi di cassa integrazione a zero ore, o quelli non retribuiti da parte del datore di lavoro (esempio: malattia senza integrazione), non vanno conteggiati nelle 30 giornate di lavoro effettivo negli ultimi 12 mesi di disoccupazione necessari per il diritto alla NASpI per gli stagionali: la precisazione è del Ministero del Lavoro, in vista della circolare applicativa dell'INPS sui criteri con cui, dal prossimo 1 maggio 2015, verrà applicata la nuova NASpI. Si tratta della nuova assicurazione sociale per l'impiego che in base alla Riforma Ammortizzatori Sociali del Jobs Act...

ASpI e Mini-ASpI in unica soluzione: istruzioni per la domanda

Aspiranti imprenditori Il lavoratore che chiede la liquidazione anticipata in un'unica soluzione del trattamento di disoccupazione ASpI e Mini-ASpI ha diritto all'intera somma ancora non percepita, senza decurtazioni, anche se intraprende un'attività autonoma che resta sotto il limite previsto restare in disoccupazione: lo specifica l'INPS, con la circolare 62/2015, che riguarda sia le modalità operative di richiesta sia la natura giuridica di questo istituto. => Disoccupazione ASpI e Mini-ASpI: sospensione, cumulo e decadenza Il chiarimento fondamentale è il seguente: L'erogazione anticipata in...

Artigianato: nuove regole per il fondo di solidarietà

Artigianato Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n. 56/2015 del decreto interministeriale del 9 gennaio 2015 viene disciplinato il Fondo di Solidarietà Bilaterale alternativo dell'Artigianato (FSBA). Normativa l’art. 3, comma 4, della Legge n. 92/2012 (Riforma del Lavoro Fornero), e successive modificazioni stabilisce che: “Le organizzazione sindacali e imprenditoriali comparativamente più rappresentative a livello nazionale stipulano accordi collettivi e contratti collettivi, anche intersettoriali, aventi ad oggetto la costituzione di Fondi di Solidarietà bilaterali per i settori non...

Disoccupazione ASpI e Mini-ASpI: sospensione, cumulo e decadenza

INPS Ecco in quali casi la disoccupazione ASpI o la mini ASpI possono cumularsi con un nuovo lavoro, oppure essere sospese, o ancora decadono perché si considera cessato lo stato di disoccupazione: tutti i chiarimenti sono forniti dall'INPS, con messaggio 2028 del 19 marzo 2015. Vediamo cosa prevede, ricordando che ASpI e mini ASpI dal prossimo primo maggio saranno sostituite dalla nuova NASpI, introdotta dal decreto Ammortizzatori Sociali attuativo del Jobs Act. In pratica, l'INPS analizza nel dettaglio quali sono gli effetti sulle indennità di disoccupazione ASpI e mini ASpI di un nuovo...

Contratto di solidarietà: regole e calcolo del contributo

Contributo di solidarietà Il Ministero del Lavoro (circolare 28/2014) ha fornito le indicazioni per la concessione del contributo di solidarietà elargito dalle imprese ai lavoratori come ammortizzatore sociale per massimo di due anni al fine di evitare licenziamenti. L’importo erogato è pari alla metà del monte ore retributivo non dovuto a seguito della riduzione di orario. => Contratti di solidarietà e integrazione salariale 2015 Soggetti beneficiari Possono stipulare contratti di solidarietà ed erogare il contributo (a favore di lavoratori assunti con contratto a termine, di inserimento o...

X
Se vuoi aggiornamenti su Contratto di solidarietà: regole e calcolo del contributo

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy