Come cancellarsi da Google: in arrivo il modulo di richiesta

di Noemi Ricci

scritto il

Il modulo web, per richiedere la rimozione dei dati relativi alle ricerche online usufruendo del nuovo servizio di Google.

Novità in tema di web marketing da parte di Google: è in arrivo un nuovo servizio che permette agli utenti di essere cancellati dai risultati delle ricerche online semplicemente facendone richiesta presentando un modulo web. Il nuovo servizio arriva in risposta alla recente decisione della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, la quale ha stabilito il diritto degli utenti a richiedere ed ottenere la rimozione a vedere rimosse dal web le informazioni che li riguardino.

=> UE sancisce il diritto all’oblio sui motori di ricerca web

Da precisare che si deve trattare di informazioni che risultino superate, inesatte, o inopportune. Il servizio di Google, per il cui motore di ricerca passano  il 90% di tutte le ricerche sul web in Europa, verrà messo a disposizione di tutti gli utenti europei.

Modulo di cancellazione

Le richieste di rimozione dei risultati potranno essere inviate all’azienda di Mountain View compilando un modulo web:

«Esamineremo ogni richiesta cercando di bilanciare il diritto alla privacy con quello all’informazione», ha dichiarato Google, «durante la valutazione della richiesta stabiliremo se i risultati includono informazioni obsolete sull’utente e se le informazioni sono di interesse pubblico, ad esempio se riguardano frodi finanziarie, negligenza professionale, condanne penali o la condotta pubblica di funzionari statali».

=> Posizionarsi sul web: il nuovo Google chiede qualità

Per ottenere la cancellazione dei dati sarà necessario identificarsi mediante copie digitali del proprio documento, indicare il link da rimuovere, in relazione a quale ricerca e la motivazione. Al modulo dovrà inoltre essere apposta la propria firma elettronica. Il modulo, che sarà esaminato da persone fisiche e non da software, fanno sapere da Mountain View:

«E’ in fase di sviluppo. Nei prossimi mesi lavoreremo a stretto contatto con le Autorità per la protezione dei dati e con altre Autorità per il perfezionamento del nostro approccio».

Allo stesso modo sono ancora in via di definizione i tempi necessari per rimuovere i link.

I Video di PMI

La mia attività su Google my business: i dati che danno soddisfazione