Google I/O e novità business: App Engine, WebM e Chrome Store

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Alla conferenza Google I/O, annunciata la disponibilità di Google App Engine per il segmento business. In arrivo anche la piattaforma aperta per video online WebM e il marketplace Chrome Store

Numerose le novità annunciate alla conferenza Google I/O, di grande utilità anche per le aziende: la prima è App Engine for Business, versione professionale dell’ambiente di sviluppo già disponibile per il mondo consumer.

App Engine for Business consentirà alle aziende di creare applicazioni cloud personalizzate mediante un ambiente di sviluppo coperto da SLA (Service Level Agreement).

Altra importante novità è il progetto opne source WebM per la gestione dei media su Internet: una piattaforma aperta che Google vorrebbe imporre come standard per la fruizione di contenuti video sul Web, appoggiandosi alle specifiche dell’HTML5.

WebM si presenta come una sorta di contenitore multimediale basato su Matrioska, all’interno del quale è racchiuso il codec video VP8 ad alta qualità – rilasciato sotto licenza BSD, privo quindi di diritti per il riutilizzo – e il codec audio Vorbis (anch’esso open).

Il progetto sembra già aver suscitato l’interesse delle aziende che gravitano attorno al Web: oltre a Google, che intende portare il formato VP8 su YouTube, Adobe ha annunciato il supporto del codec all’interno di una prossima versione del Flash Player e Microsoft, intende includerlo all’interno di Internet Explorer 9.

Infine, ecco l’ultima novità interessante anche per gli utenti business: è in arrivo il Google Chrome Store, un marketplace aperto per applicazioni Web.

Entro fine anno sarà disponibile Chrome Web Store, negozio virtuale aperto per applicazioni sviluppate secondo i dettami del Web, in grado di funzionare sia su Chrome sia su qualunque altro browser aderente agli standard. Le applicazioni potranno anche essere vendute.

I Video di PMI