Second Office?

di Paolo Iasevoli

scritto il

Un social network aziendale simile ad un ambiente in "Second Life": questo il progetto con cui la piccola società californiana Qwaq intende sfidare i colossi del mercato

Un mondo virtuale per lavorare tramite internet. A proporre questo nuovo modo di intendere l’ufficio è Qwaq, giovane startup californiana che guarda al famosissimo videogioco Second Life come modello.

I social network hanno dimostrato di essere il trend più interessante dell’imminente futuro per quanto riguarda la comunicazione aziendale e soprattutto la condivisione dei processi di lavoro. Già grandi big come Cisco, Microsoft e IBM si stanno muovendo con forza in questa direzione.

Ma la mossa più innovativa potrebbe arrivare proprio dalla piccola società di Palo Alto, la semisconosciuta Qwaq. I suoi Qwaq Forums sono infatti un ambiente virtuale in cui i lavoratori possono interagire come se fossero all’interno di un videogioco tridimensionale.

La procedura è semplice: si crea un ufficio virtuale, arredandolo e personalizzandolo, poi vi si accede per parlare, scambiarsi informazioni e discutere su specifici temi di lavoro. Esattamente come nei tradizionali forum, infatti, ogni ‘ufficio’ è incentrato su un determinato progetto a cui lavorare.

Un forum virtuale di Qwaq

Qwaq Forums

In questo modo comunicazione e collaborazione assumono un nuovo livello di profondità, consentendo anche ai dipendenti che lavorano in remoto (da casa o da altre sedi) di partecipare attivamente ai processi di problem solving.

Il software di Qwaq è ancora da perfezionare, in quanto le demo disponibili sul loro sito sono risultate spesso instabili. L’idea è comunque ambiziosa e, grazie all’atmosfera ludica, potrebbe attrarre anche gli utenti con meno familiarità nei confronti del computer.