Stampa 3D prospettive di mercato

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il mercato della stampa 3D continua a crescere: ecco quali sono le prospettive del mercato in cui Xerox sta investendo nel campo della tecnologia e delle innovazioni.

La stampa 3D rappresenta una delle potenzialità più promettenti per il mercato della stampa nel prossimo futuro. Si tratta della possibilità di produrre oggetti tridimensionali a partire da un modello digitale, da inviare tramite pc alla stampante 3D.

Questo processo può essere sfruttato in numerosi settori produttivi per la realizzazione di prototipi e la produzione distribuita di vere e proprie parti funzionanti: architettura, ingegneria edile e costruzioni (AEC), design industriale, automobilistico, aerospaziale, militare, ingegneria, ingegneria civile, settore medico (in particolare odontoiatrico), nelle biotecnologie (sostituzione dei tessuti umani), moda, calzature, gioielli, occhiali, istruzione, sistemi di informazione geografica e nel campo dell’alimentazione).

Il mercato

Negli ultimi anni si è fatto un gran parlare della stampa 3D, con notizie sulla produzione di pistole funzionanti, componenti di astronavi, biscotti commestibili e addirittura cellule embrionali viventi. Anche se la stampa 3D è stata introdotta da alcuni anni, considerando la capacità di produrre quantità tali da generare un guadagno significativo, essa si trova ancora in una fase iniziale. Il valore di questo mercato, che nel 2012 era di 2,2 miliardi dollari in tutto il mondo, è però stimato in rapida crescita fino a raggiungere entro il 2021 i 10,8 miliardi dollari.

Ostacoli

Le principali barriere che ostacolano il decollo completo della stampa 3D sono: i costi ancora elevati delle macchine, la lentezza e la qualità ancora debole di produzione, il flusso di lavoro ancora troppo impegnativo e la rifinitura che richiede ancora un solido processo di post-elaborazione.

Xerox e Stampa 3D

Tra le aziende che stanno investendo nella stampa 3D in prima linea c’è Xerox, con una lunga storia ed esperienza nello sviluppo e produzione di prodotti a getto d’inchiostro per il mercato della stampa tradizionale. Xerox non è impegnata nella vendita di stampanti 3D ma sta conducendo iniziative di ricerca per sviluppare “la stampa 3D intelligente“, grazie alla quale stampare un circuito elettronico come un oggetto, consentendo di produrre con un singolo passaggio prodotti elettronici come gli smartphone. Si tratta di investimenti pensati per una commercializzazione a lungo termine, pensati per ritagliarsi un posto di rilievo in questo settore nel momento in cui diventerà realmente significativo, consapevoli che i volumi di stampa tradizionale complessivi sono in declino e che il settore della stampa 3D non si rivolgerà alla stessa clientela della la stampa tradizionale dovendo principalmente soddisfare le necessità degli ingegneri di prodotto che lavorano su prototipi che su quelle dei commercianti e acquirenti grafici. Quello in cui Xerox può sfruttare ampiamente la propria esperienza annuale sono i workflow, i quali seguono invece modelli analoghi.