Pmi italiane: Tlc forte supporto di business. Studio Ipsos

di Redazione PMI.it

scritto il

Secondo Ipsos Mori, le Pmi italiane sono sempre più consapevoli dei benefici offerti dalle Tlc mobili per il proprio business

La gestione delle relazioni con clienti e fornitori è un fattore strategico per tutte le aziende, soprattutto per le Pmi che puntano alla fidelizzazione dei primi e al consolidamento delle più efficaci sinergie con i secondi per minimizzare i rischi e investimento.

Di certo, l’introduzione delle nuove tecnologie ha rivoluzionato lo scenario. Non solo grazie a email marketing, software CRM e piattaforme di comunicazione convergente su IP, ma anche comunicazioni wireless e mobili di ultima generazione.

A fare il punto sullo scenario italiano nel quadro europeo è una recente ricerca Ipsos MORI, commissionata da RIM (Research In Motion), che evidenzia i più recenti trend sulle soluzioni mobili in ambito aziendale.

Secondo lo studio, l’85% delle Pmi italiane ricorre alle email per mantenere i rapporti con clienti e partner, ma segue un significativo 78% che si appoggia anche alle comunicazioni vocali.

In generale, le aziende vedono di buon occhio le nuove tecnologie, anche in fase di start-up: per il 64% delle Pmi italiane l’innovazione tecnologica si traduce in un indispensabile input per l’avvio del proprio business, il tutto a costi contenuti.

E in questo scenario, l’utilizzo di smartphone diventa utile, quasi quanto il pc.

«Come le grandi imprese, le Pmi hanno bisogno di essere in grado di servire i loro clienti e vincere potenziali business, indipendentemente dal fatto di essere in ufficio o meno», ha dichiarato Charmaine Eggberry, di RIM EMEA.

In questo senso la ricerca effettuata su 900 Pmi europee – 150 per ogni macroarea (Regno Unito, Francia, Germania, Italia, Spagna e BeNeLux) – suggerisce come le soluzioni mobili flessibili ed economicamente sostenibili siano importanti per le piccole e medie imprese di tutta Europa.