Tratto dallo speciale:

Microsoft: 1 miliardo di servizi cloud alle NGO

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Microsoft lancia la nuova iniziativa a favore delle NGO (organizzazioni no-profit) e della ricerca, con oltre un miliardo di dollari di donazioni in risorse cloud.

Microsoft annuncia una nuova iniziativa a favore dell’innovazione e, in particolare, a beneficio di organizzazioni no-profit, di progetti di ricerca e di iniziative di connettività a beneficio di comunità finora poco raggiunte dalla digitalizzazione. Un annuncio – quello del CEO Satya Nadella – che punta a raggiungere gli obiettivi del programma Microsoft Philantrophies per i prossimi tre anni, ovvero il supporto ad oltre 70 mila organizzazioni in tutto il mondo.

=> Future Decoded 2015, ecco il futuro di Microsoft

L’impegno di Microsoft in questo contesto è ormai consolidato e parte dal presupposto che rendendo accessibili le tecnologie avanzate alle organizzazioni no-profit è possibile raggiungere un miglioramento sociale, risolvendo alcune delle problematiche più difficili della società. Sul tema, il CEO Microsoft ha sottolineato che donando alle organizzazioni i servizi di cloud computing si fornisce “la tecnologia più importante ed innovativa della nostra generazione”, “che aiuterà a superare le sfide più decisive, generando nuova crescita in maniera equa”.

=> Microsoft: Cloud e strategie digitali per PMI

Nello specifico sono tre le iniziative in partenza, che comprendono:

  • la donazione di risorse cloud alle NGO per un valore di un miliardo di dollari, con particolare riferimento alle tecnologie innovative Microsoft Azure, Enterprise Mobility Suite, Customer Relationship Management Online e Power BI.
  • l’estensione del programma Microsoft Azure for Research, mediante il quale vengono erogate risorse gratuite di storage e computing su piattaforma Azure a beneficio della ricerca universitaria;
  • lo sviluppo di iniziative a vantaggio di comunità svantaggiate, in modo da portare loro connettività e cloud.

Al momento Microsoft Italia ha donato tecnologia a 2294 organizzazioni no-profit, ma si punta a raggiungere presto l’obiettivo, anche grazie ad una serie di incontri sul territorio nazionale, dedicati al terzo settore, realizzati con TechSoup e Fondazione Cariplo.