Tratto dallo speciale:

Kloud di KpnQwest: il Cloud italiano a misura di PMI

di Redazione PMI.it

scritto il

KpnQwest porta il Cloud nelle PMI con un'offerta su misura e low-cost: ecco i dettagli e le opzioni della soluzione Kloud.

Il Cloud Computing è già entrato in diverse aziende italiane e molte altre sono pronte a coglierne nel prossimo futuro le opportunità, ma spesso si sentono disorientate dinanzi ad offerte di mercato troppo complesse e articolate.

La tendenza più diffusa è quella di scegliere un cloud provider locale, che da un lato le sappia fornire loro assistenza mirata nel processo di adozione delle nuove soluzioni e dall’altro sia in grado di offrire loro un’offerta su misura in linea con i propri budget e le esigenze del proprio core business. In questo scenario si colloca la proposta di KPNQwest Italia, che porta nelle PMI la sua soluzione Kloud acquistabile tramite lo Store Online tutto italiano Kolst.

Kloud di KPNQwest Italia

Uno dei servizi più richiesti dalle PMI è la fruizione di server virtuali, che garantiscono una riduzione dei costi di acquisto e degli oneri per la gestione delle infrastrutture, ottimizzando al contempo i processi e mantenendo elevati i livelli di sicurezza e performance.

In questa senso, Kloud vanta un’architettura professionale distribuita in due data center Tier3 a Milano, nonché una vasta esperienza nella gestione di servizi di Housing e Hosting, con più di cinquemila server attivi.  L’infrastruttura proprietaria KPNQwest Italia ha attivi quattro datacenter con migliaia di server ospitati, mentre i due centri di virtualizzazione sono connessi da link in fibra ottica offrendo ridondanza alle connessioni Internet e supportando il ripristino remoto dei server di classe Dukt.

L’offerta di server virtuali Kloud, dunque, si adatta perfettamente alle esigenze di qualsiasi piccola e media impresa grazie a quattro versioni differenziate in funzione delle caratteristiche di memorizzazione e ripristino dei sistemi.

  • Tetrik prevede la memorizzazione delle applicazioni e delle informazioni su dischi SATA. È pensata per gli ambienti di sviluppo e risulta molto economica ed efficace (da 9,60 euro al mese +IVA)
  • Kube è invece ideale per applicazioni che richiedono dischi veloci su storage affidabile, pur contenendo la spesa (da 14,00 euro al mese +IVA).
  • Okta prevede il ripristino in  alta affidabilità (HA) e dischi SAS su storage capace e resiliente (da 15,00 euro al mese +IVA).
  • Dukt aggiunge la garanzia di auto-ripristino in un secondo datacenter in caso di guasto e la disponibilità del servizio al 99,9995% (da 29,00 euro al mese +IVA).

Se le configurazioni standard rispondono alle proprie esigenze basta cliccare sull’offerta per configura il proprio server virtuale scegliendo tipologia di server, RAM, capacità dell’hard disk, sistema operativo e opzioni aggiuntive (Firewall, IP Pubblici…). È possibile perfino selezionare direttamente online i tempi di pagamento.

Se invece si desidera implementare una soluzione business più complessa basta contattare il provider per ottenere un supporto sistemistico professionale, progettare un’infrastruttura virtualizzata particolare o magari rivendere il servizio. Sono disponibili i seguenti servizi business: Offerte per la rivendita, Manutenzione sistemistica su OS Windows e Linux, Installazione e manutenzione su SQL Server, Valutazione migrazione da ambiente “fisico” a virtuale, Manutenzione H24, Valutazione ad hoc installazione di “immagini” di server virtuali, Valutazione di installazione di sistemi operativi specifici, Progetti di virtualizzazione dedicati con fornitura di hardware, software e infrastruttura data center.