Recupero dati informatici: i servizi per le PMI

di Alessia Valentini

scritto il

Data loss prevention: i servizi di recupero dei dati informatici, l'assicurazione per le aziende e la rimozione definitiva certificata, con un focus sui supporti Solid State Disk (SSD).

Come limitare i danni e i costi legati alla perdita di dati informatici? Dai servizi di assicurazione per le aziende alle attività di recupero dati informatici o di rimozione definitiva: intervista a Stefano Galbusera responsabile tecnico del laboratorio di RecuperoDati (Italian Code srl), con cui prendiamo in esame il data recovery da Solid State Disk (SSD).
La diffusione di questo tipo di drive di memoria è dovuta alla riduzione dei suoi costi e di conseguenza ad un aumento di popolarità.  La complessità e diversità delle elettroniche dei vari supporti, tuttavia, è ancora elevata rendendo difficoltosi gli interventi di recupero dati da supporti guasti.

Per approfondimenti – Gestione e recupero dati su SSD

La procedura richiede un processo interno per dissaldare, leggere i singoli chip e ricostruire i dati partendo da essi, costringendo ad alzare i costi del servizio. Per questo si cerca di intervenire per diminuire i tempi di lavoro e ridurre il costo finale per i clienti.

Impossibile dire a priori quale supporto sia più frequentemente soggetto a rotture o deterioramento.
La regola principe è la pianificazione di back-up regolari e cadenzati con la creazione di almeno due copie, una delle quali in un luogo diverso.  E’ sempre buona norma controllare che il backup sia andato a buon fine, verificando la coerenza dei dati salvati (controllo periodico di validità del back up automatizzato).

Servizi alle PMI

La RecuperoDati  ha sviluppato un servizio di consulenza aziendale in grado di rilevare il rischio di perdita dei dati. Vengono proposte ai clienti soluzioni semplici ed economiche per tutelarsi, come l’assicurazione sui dati: con un importo contenuto e scalabile, la PMI previene potenziali grossi costi di disaster recovery  poichè la polizza garantisce l’intervento nei tecnici a qualsiasi livello e a costo zero.

Per approfondimenti – Guida alla sicurezza dei dati in azienda

Per quanto concerne invece i servizi di recupero dei dati, il laboratorio tratta diverse tipologie di supporti: Hard Disk e SSD (RAID, NAS, ecc.), per drive USB, memorie flash (CF, SD, MMC, ecc.) e telefoni cellulari.
E’ anche possibile avvalersi del loro intervento da remoto.

Inoltre è disponibile l’intervento di “cancellazione definitiva”, effettuato in laboratorio o mediante un software proprietario venduto al cliente, che può procedere on-site.  Già dopo una prima cancellazione e sovrascrittura di un dato diventa complesso riportarlo alla luce, tuttavia per rientrare in pieno negli standard delle polizie mondiali, la RecuperoDati effettua una molteplice sovrascrittura settore per settore, con dati randomici, dalle 5 alle 9 volte a seconda delle esigenze, generando un certificato di cancellazione a norma. Il software fornito alle aziende agisce nello stesso modo.

I supporti guasti vengono smaltiti in conformità con buone pratiche di riduzione dell’impatto ambientale (ogni supporto viene disassemblato) e in linea con direttive sulla privacy (i componenti smaltiti non sono più riassemblabili né è possibile risalire al supporto originale).

Aziende e professionisti (ma anche utenti privati) possono contattare il laboratorio più vicino oppure inviare i propri supporti tramite corriere o Poste Italiane: restituzione del pezzo riparato sarà gestita dalla RecuperoDati mediante corriere convenzionato.

Per approfondimenti, visita il portale RecuperoDati.it

I Video di PMI

PMI.it incontra SisalPay