Tratto dallo speciale:

Piano Voucher Imprese: incentivi banda larga al via

di Redazione PMI.it

scritto il

Dal 1° marzo, voucher connettività per abbonamenti a Internet ultraveloce, fino a 2500 euro per digitalizzare le MPMI: ecco come ottenere il contributo.

Il Piano voucher Imprese è partito: per favorire la connettività a Internet ultraveloce e la digitalizzazione del sistema produttivo italiano, dal 1° marzo è possibile chiedere un contributo fino a 2.500 euro per servizi di navigazione a banda larga da 30 Mbit/s ad oltre 1 Gbit/s. con abbonamento di durata pari a 18 o 24 mesi.

Voucher connettività

Per ottenere il voucher da spendere per l’attivazione scontata di servizi a banda ultralarga, le imprese devono rivolgersi direttamente agli operatori convenzionati (che devono registrarsi sul portale MiSE dedicato all’incentivo e gestito da Infratel), attraverso i normali canali di vendita.  I voucher sono erogati fino a esaurimento delle risorse stanziate e, comunque, non oltre il 15 dicembre 2022. La durata della misura (Progetto Voucher Fase II – imprese) potrà comunque essere prorogata per un ulteriore anno.

Imprese beneficiarie

Il voucher è destinato alle MPMI (microimprese e piccole e medie imprese) iscritte al Registro delle Imprese . A ciascun beneficiario può essere erogato un solo bonus (anche se hanno più sedi). L’importo del voucher varia in considerazione delle caratteristiche di connettività.

Operatori accreditati

Gli operatori di telecomunicazioni devono  registrarsi sul portale dedicato al voucher, attivato da Infratel Italia. Quelli già accreditati per la precedente fase I del Piano Voucher (destinata alle famiglie)devono solo sottoscrivere la nuova Convenzione e dimostrare la permanenza dei requisiti.

=> Le migliori offerte Internet a confronto

Risorse disponibili

Le risorse per la digitalizzazione delle PMI sono stanziate nell’ambito della Strategia italiana per la banda ultralarga, in linea con le priorità indicate nel PNRR. Gli interventi sono finanziati a valere su risorse del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020, per un ammontare complessivo di 608.238.104 euro. L’intervento è infine stato approvato con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 23 dicembre 2021, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 33 del 9 febbraio 2022.