Tratto dallo speciale:

Cloud HP: the New Style of IT

di Cristiano Guarco

scritto il

Intervista ad Andrea Monaci, Cloud Marketing Director di HP EMEA, per fare il punto sulle strategie e gli strumenti volti a traghettare le PMI verso la Nuvola.

Focus sulla strategia di HP in ambito Cloud Computing, orientata a consolidare il legame con i partner sul territorio per semplificare la migrazione delle PMI sulla Nuvola, ad investire nelle tecnologie open source per offrire a ciascuna la soluzione più economica e funzionale, a sviluppare soluzioni ibride per interpretare le esigenze di ogni azienda offrendo con la giusta risposta.

Strategie Cloud di HP

Dal punto di vista dei partner abbiamo sviluppato programmi come Cloud Builder (aiutano i clienti a trasformarsi da ambiente tradizionale a Cloud) e Cloud Agile (Service Provider  che erogano servizi, offrono tecnologia e supporto per la migrazione dei clienti sulla “nuvola”).

Dal punto di vista dei prodotti, puntiamo a soluzioni che aiutino le aziende a migrare sul Cloud in modo efficiente e semplice a costi relativamente bassi. Ad esempio, con Public Cloud per che sviluppa servizi e con un’offerta intermedia tra Public e Private per applicazioni che necessitano l’esternalizzazione dei servizi ma anche di SLA e performance garantite. Quest’ultima proposta ci differenzia dai player più conosciuti e che operano soprattutto nel Public Cloud (Amazon, Google, RackSpace, ecc). Queste diverse modalità di fruizione del Cloud, che noi chiamiamo “The New Style of IT”, sono trasportabili: un’azienda può decidere oggi di fare una Private Cloud ma domani migrare verso quella pubblica, oppure usare un misto delle due.

=>Le soluzioni HP per il business

Prestiamo inoltre un’attenzione particolare all’apertura dei sistemi in modo che non si debba per forza usare un solo prodotto. Per esempio molte aziende usano VMware o Microsoft come virtualizzatori, li supportiamo tutti perché per noi è importante che i nostri clienti abbiano scelta. Abbiamo fatto importanti investimenti sulle tecnologie Open Source, molti interessanti per le PMI, perché permettono risparmi notevoli in costi di licenza. La tecnologia alla base si chiama OpenStack, molto usata dagli sviluppatori che operano sul Web.

=> Scopri OpenStack

Novità Cloud di HP

La prima è il nuovo sistema Cloud System che implementa il cosiddetto Cloud-as-a-Broker e permette di fare l’App Store per l’azienda. È il punto nodale in cui poi s’integrano tutti i servizi dell’IT, interni ed esterni, con interfaccia grafica semplice e di stampo consumer. È un sistema aperto (supporta VMware, Microsoft, KVM) e dai costi relativamente bassi, in pratica è perfetto per una PMI che vuole iniziare questo viaggio verso il Cloud.

La seconda è il supporto per il mondo Open con HP Cloud OS, che può essere usato sulla nostra infrastruttura o anche su quella dei nostri competitor. Infine abbiamo nuovi servizi per aiutare le aziende a trasformarsi verso il Cloud.

Cloud in Italia

Da uno studio di recente in collaborazione con il Politecnico di Milano sulla conoscenza del Cloud tra le PMI, è emersa forte competenza ma non altrettanta adozione. Su questo abbiamo lavorato per educare i partner ad aiutare le aziende a trasformarsi, per offrire prodotti e servizi studiati ad hoc per chi vuole iniziare con un investimento contenuto. Questo secondo passo è fondamentale, infatti, è proprio provando le soluzioni Cloud Enabled che se ne capiscono le potenzialità.

Cloud tra le PMI

Le nostre PMI vivono un momento di transizione: hanno un IT tradizionale e devono migrare verso un ambiente Cloud. Avranno probabilmente un ambiente ibrido, con alcune soluzioni ospitate sulla Public Cloud per motivo di costo, ma è pur che avranno sempre una piccola infrastruttura privata. Abilitare questa condivisione è importante.

=> Migrazione al Cloud sicura con HP

Trend in atto

Sicuramente, per le PMI l’infrastruttura tradizionale IT – Storage, Mail, Unified Communication, condivisione dei documenti – subirà un’evoluzione importante verso il Cloud. Secondo il settore, poi, ci sono modelli di piattaforma in cui acquisisce particolare senso (Marketing, ERP…). Un altro trend emergente, che deve ancora consolidarsi sul campo, è l’uso di pacchetti software speciali, creati appositamente per specifiche esigenze di business. Questi ISV (Indipendent Software Vendor) dovranno adottare modelli di Cloud, quindi questa trasformazione è un’altra scommessa, ancora da realizzarsi, per le PMI.

Prossime sfide per HP

La prima è l’Hybrid Cloud, con un portafoglio sulla gestione di tutte le aree e un forte d’investimento in ogni ambito; la seconda è la massima apertura verso l’Open Source, attraverso Open Stack ed il supporto ai Partner, perché crediamo che il mercato aperto sia quello più sano. Un’altra sfida e importante investimento riguarda i Partner stessi, non solo nel Cloud. Di fatto, investiamo risorse e tempo affinché possano avere il meglio di HP ed essere più vicini ai clienti, innestando un circolo virtuoso proficuo per tutti i soggetti coinvolti.

I Video di PMI