Trusted Computing: la sicurezza può essere troppa?

di Stefano Besana

scritto il

Trusted Computing? Sembra interessante, non è vero?”. Chi non ricorda il video che un paio di anni fa ha spopolato su Internet?

Ma di che cosa si tratta esattamente? Wikipedia dedica a tale fenomeno una voce molto articolata (sopratutto in lingua inglese).

Francesco Caccavella ha realizzato recentemente su ICTv.it un focus molto interessante, ne consiglio caldamente la visione:

[general http://common.html.it/bin/player/player.swf?external=1&autoplay=0&uid=5W5P97HxvE6f7pbWoKAUDXKo1iE= w340 h307]

Scherzosamente mi verrebbe da pensare al famoso “cerchio della fiducia” di Robert De Niro nel film “Mi presenti i tuoi”, se non fosse che qui non si tratta di una commedia divertente, ma della realtà.

Spesso abbiamo insistito su come la sicurezza della nostra macchina sia stata importante, ma in questi casi non è forse eccessiva?

La questione che personalmente mi lascia più perplesso è la “mancanza di controllo” sui propri strumenti, che penso sia una cosa estremamente grave.

Voi del fenomeno cosa ne pensate? Credete che sia un reale pericolo oppure sia solo un’esagerazione?