Tratto dallo speciale:

Bonus edilizi e cessione credito: proroga invio e nuovo Modello di Comunicazione

di Redazione PMI.it

scritto il

Bonus edilizi: aggiornato il modello per l’opzione di cessione del credito o sconto in fattura, proroga fase transitoria e invio della comunicazione web.

Da venerdì 4 febbraio, con l’aggiornamento del modello e l’adeguamento del canale telematico per la trasmissione delle comunicazioni all’Agenzia delle Entrate in merito alle opzioni di cessione del credito d’imposta o di sconto in fattura relative ai bonus edilizi, prendono il via le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2022 (legge n. 234/2021). Concessa anche una proroga di 10 giorni per trasmettere la Comunicazione sui crediti che rientrano nella disciplina transitoria prevista dal decreto Sostegni-ter (la data ultima slitta al 16 febbraio) ed una generale proroga al 7 aprile 2022 per l’invio delle Comunicazioni. Vediamo tutto.

Novità 2022 con impatto sulla procedura

In base a quanto previsto, dal 1° gennaio 2022 non è più obbligatorio il visto di conformità per gli interventi di importo non superiore a 10mila euro e per i lavori in edilizia libera, pertanto la procedura di comunicazione risulta adesso adeguata al nuovo disposto normativo. Stesso adeguamento per le comunicazioni relative alle spese sostenute sostenute nel 2022, che ricadono nel dettato normativo della Manovra. Successivamente, la procedura sarà adeguata anche per la trasmissione delle comunicazioni relative ai crediti d’imposta / sconti in fattura per interventi di superamento ed eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti.

=> Calcolo cessione del credito

Novità 2022 con impatto sui benefici fiscali

  • Riduzione della detrazione del Bonus facciate, che passa dal 90% al 60%;
  • mancata proroga della detrazione per le colonnine di ricarica dei veicoli elettrici, che possono beneficiare solo del 110% se sono lavori trainati dal Superbonus;
  • obbligo di visto di conformità per le opzioni che interessano gli interventi edilizi, con esclusione delle opere in edilizia libera e degli interventi di importo complessivo non superiore a 10mila euro;
  • introduzione della detrazione al 75% per lavori di rimozione delle barriere architettoniche;
  • limiti alla cedibilità multipla dei crediti d’imposta relativi alle detrazioni edilizie.

N.B.: Grazie alla mini-proroga concessa al fine di adeguare i sistemi informatici, la disciplina transitoria si applica ai crediti ceduti e comunicati prima del 17 febbraio (ossia entro il 16 febbraio 2022) anziché il 6 febbraio (ossia precedentemente al 7 febbraio) come previsto dal decreto “Sostegni-ter”. Pertanto, entro tale data è possibile di una nuova cessione multipla purché comunicata entro la nuova scadenza.

Il nuovo Modello da inviare

Il nuovo modello di comunicazione delle opzioni – con le relative istruzioni e specifiche tecniche, – è stato aggiornato alle novità introdotte dalla legge di bilancio 2022 (articolo 1, commi 28 e 29, della legge n. 234/2021) e dal Sostegni-ter (articolo 28 del Dl n. 4/2022). Il nuovo modello può essere utilizzato dal 4 febbraio 2022:

  • per comunicare le opzioni di cessione o sconto in fattura relative ai bonus edilizi,
  • per comunicare gli interventi di importo complessivo fino a 10mila euro o per lavori in edilizia libera (senza visto di conformità),
  • per gestire le situazioni di cessione delle rate residue di detrazione non fruite, in relazione agli interventi sulle parti comuni degli edifici.

Gli aggiornamenti saranno invece resi progressivamente resi disponibili per le comunicazioni inviate dal 4 e dal 24 febbraio 2022 in relazione agli interventi finalizzati al superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti, come sopra già indicato. Dunque, dal 24 febbraio sarà possibile trasmettere anche le comunicazioni per le detrazioni (decorrenti dal 2022) per il nuovo bonus di superamento ed eliminazione delle barriere architettoniche.

Proroga invio comunicazioni

Considerato che la dichiarazione dei redditi precompilata sarà resa disponibile dal 30 aprile 2022, si concede a contribuenti e intermediari più tempo per trasmettere le comunicazioni delle opzioni per gli interventi edilizi, per le spese sostenute nel 2021 e per le rate residue non fruite delle detrazioni 2020: la proroga è fissata al 7 aprile 2022, con uno slittamento della consueta scadenza annuale fissata di norma al 16 marzo.

Comunicazione web cessione crediti / sconti

I soggetti che hanno diritto alle detrazioni per gli interventi di ristrutturazione edilizia, recupero della facciata degli edifici, riqualificazione energetica, riduzione del rischio sismico, installazione di impianti solari fotovoltaici e infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, anche nella misura del 110% (Superbonus), comunicano l’opzione per la cessione del corrispondente credito oppure per il contributo sotto forma di sconto.

La comunicazione può essere compilata e inviata utilizzando la procedura web disponibile nell’area riservata seguendo il percorso: La mia scrivania / Servizi per / Comunicare e poi selezionando “Comunicazione opzioni per interventi edilizi e Superbonus”. In alternativa, si può utilizzare l’apposito software e inviata attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel/Fisconline).

L’opzione va comunicata esclusivamente in via telematica. L’invio può essere effettuato dal beneficiario oppure da un intermediario.