Assegno unico ponte retroattivo con domanda entro settembre

di Redazione PMI.it

scritto il

Assegno Unico ponte, temporaneo fino a dicembre: tra agosto e settembre i primi pagamenti, con domanda tempestiva spettano gli arretrati da luglio.

Per le domande presentate entro il 30 settembre 2021, l’assegno unico ponte (temporaneo fino al 31 dicembre) per le famiglie con figli minori a carico che non hanno diritto all’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF), sarà riconosciuto dal mese di luglio 2021 con valore retroattivo. Chi sfora questa scadenza, invece, otterrà il trattamento con decorrenza a partire dal mese successivo a quella della richiesta.

Intanto, entro agosto le domande presentate a luglio che hanno i requisiti di legge riceveranno esito e a seguire pagamento. I percettori di Reddito di Cittadinanza non devono presentare domanda perché la quota spettante di assegno ponte sarà corrisposta in automatico dall’INPS sulla carta RdC, a partire da settembre (per il prelievo separato dal sussidio, l’INPS rende noto che si sta lavorando per renderlo possibile).

Per dubbi e chiarimenti è stato anche predisposto dall’INPS un apposito sito web sull’Assegno Temporaneo per figli minori a carico (inclusi i figli adottati o in affido preadottivo), raggiungibile alla pagina assegnotemporaneo.it. Ricordiamo che i destinatari della misura sono:

  • lavoratori autonomi;
  • disoccupati;
  • coltivatori diretti, coloni e mezzadri;
  • titolari di pensione da lavoro autonomo;
  • nuclei che non hanno uno o più requisiti per godere dell’ANF.

L’assegno ponte è riconosciuto sulla base di requisiti di cittadinanza, residenza e domiciliazione assieme al figlio a carico. Il sussidio viene erogato in funzione del numero dei figli ed il suo importo è decrescente all’aumentare del livello di ISEE 2021 (con redditi 2019) fino ad azzerarsi a 50.000 euro (calcola online il tuo ISEE).

Per fare domanda bisogna disporre di un ISEE minorenni in corso di validità, del genitore in cui risulti presente il minore. La domanda potrà essere presentata, dal 1° luglio e fino al 31 dicembre 2021, attraverso i seguenti canali:

  • portale web, utilizzando il servizio all’indirizzo (https://servizi2.inps.it/servizi/sportelloauf) o dalla home page del sito, con SPID, Carta di identità elettronica 3.0 (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS) e PIN INPS;
  • Contact Center Integrato;
  • Patronati.

Il pagamento dell’assegno avviene con accredito su conto corrente, bonifico domiciliato, carta di pagamento con IBAN o libretto postale intestato al richiedente. Nell’ipotesi di genitori separati con affido condiviso, l’Assegno unico ponte è diviso al 50% (in caso di accordo, al 100% all’unico genitore richiedente).