Digitalizzazione e servizi ICT nella Capitale

di Redazione PMI.it

scritto il

Tutte le novità previste dal Piano Triennale ICT attivato nella Capitale: in arrivo semplificazioni e integrazione degli sportelli unici tematici per le imprese.

La Giunta capitolina dato il via libera all’adozione del Piano Triennale ICT (Information Communication Technology) di Roma Capitale, documento unico che mette nero su bianco la pianificazione della strategia di digitalizzazione per il triennio 2018-2020. L’obiettivo è quello di promuovere una Pubblica Amministrazione efficiente e soprattutto che collochi al centro il cittadino.

=> Roma Capitale: certificati online a costo zero

Il documento, infatti, prevede entro il 2020 la realizzazione della Casa digitale del cittadino, il subentro nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) così la valorizzazione del patrimonio informativo dell’ente. Sono anche state stabilite misure di semplificazione interna per snellire la burocrazia e iniziative di integrazione degli sportelli unici tematici per le imprese

Dal punto di vista infrastrutturale, il piano annuncia importanti cambiamenti per il Data Center di Roma Capitale che diventerà un Polo Strategico Nazionale. Il sistema PagoPa, inoltre, sarà esteso a tutti i servizi di pagamento.

Con l’adozione del Piano Triennale ICT, in pieno accordo con le strategie nazionali indicate da AgID, – commenta l’assessora a Roma Semplice Flavia Marzano – Roma Capitale aggiunge un nuovo fondamentale tassello per un governo innovativo ed efficace della trasformazione digitale dell’amministrazione, rafforzando l’approccio trasversale tra le strutture, fornendo un quadro organico dei principali progetti e degli obiettivi da raggiungere e inserendo la pianificazione triennale ICT come parte integrante del processo di pianificazione dell’amministrazione.