Inps e PagoPA: via libera ai pagamenti elettronici

di Teresa Barone

scritto il

Dopo Spid l?Inps implementa anche il sistema PagoPA per il pagamento elettronico dei contributi volontari.

Dal 20 giugno 2016 l’Inps attiva il sistema dei pagamenti elettronici per versare i contributi volontari sul portale web dell’istituto: con l’implementazione di PagoPA, infatti, il servizio può essere utilizzato dai lavoratori che hanno concluso o interrotto l’attività lavorativa ma vogliono comunque garantire una futura prestazione pensionistica perfezionando i propri requisiti.

=> PagoPA: cos’è e come funziona

L’adesione a PagoPA (che permette ai cittadini di effettuare pagamenti elettronici verso la Pubblica Amministrazione) segue l’introduzione del sistema Spid avvenuto lo scorso marzo, grazie all’intesa tra Inps e Agid mirata a favorire innovazione e l’accesso alle procedure burocratiche in modalità digitale.

«L’adesione di INPS al sistema PagoPA – si legge nel comunicato stampa diffuso dall’istituto di previdenza – rappresenta un importante passo avanti nel percorso di attuazione dell’iniziativa “Cittadino Digitale”, che vede AgID e INPS uniti nell’intento di ridurre il digital divide grazie alla promozione dell’utilizzo di Internet e dei servizi digitali erogati dalla Pubblica Amministrazione.»