Pec: Abi e Inail, rapporti con le PA più semplici

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Siglato un protocollo d'intesa tra Abi, Inail e le associazioni imprenditoriali per diffondere tra le imprese l'utilizzo della Pec, promuovendo iniziative di formazione e informazione.

Posta elettronica certificata: previsto un programma di interventi per incentivarne ed agevolarne l’uso da parte delle imprese. Misure che vanno nella direzione di un «maggiore sviluppo dell’innovazione digitale», per «incrementare l’accessibilità dei sistemi di e-government e facilitare l’attività istituzionale dell’Inail con i datori di lavoro».

Lo prevede il Protocollo d’intesa per la diffusione della Pec nelle comunicazioni inerenti la gestione del rapporto assicurativo firmato a Roma tra Abi, Inail, Confindustria, Confcommercio, Confartigianato, Cna, Confesercenti, Casartigiani, Agci, Ance, Ania, Cia, Claai, Coldiretti, Confragricoltura, Confapi, Confcooperative e Legacoop.

«Il processo di riforma delle Amministrazioni Pubbliche trova importante espressione anche nel Piano per l’e-government 2012 che mira a sviluppare l’accesso ai servizi pubblici, alla trasparenza e alla semplificazione delle procedure in particolare per le imprese» si legge in una nota dell’Inps. L’iniziativa nasce dall’esigenza «di condurre l’azione amministrativa secondo i principi di efficienza ed economicità mediante l’erogazione di servizi in cooperazione per facilitare all’utenza l’accesso ai servizi online, ha spinto l’Inail a promuovere la diffusione della Pec, agevolando i processi di interscambio delle comunicazioni formali tra l’ente, le imprese e i loro intermediari».

La Pec è infatti un utile strumento di supporto nel processo di semplificazione  della PA, consentendo una gestione puntuale e sicura delle comunicazioni che avvengono per mezzo della posta elettronica, la quale acquista valore legale al pari di una raccomandata.

Verrano realizzate allo scopo «attività di formazione e di informazione sull’utilizzo e sui benefici derivanti dalla Posta elettronica certificata e più in generale dai processi di dematerializzazione e digitalizzazione dell’attività amministrativa».

«Il protocollo che abbiamo siglato oggi ricopre un’importanza particolare per l’Istituto», ha dichiarato il presidente Inail, Marco Fabio Sartori. «Con orgoglio possiamo dire che questa firma rappresenta un vero e proprio salto di qualità che muove nella direzione di una maggiore efficienza della Pubblica Amministrazione e che punta a rendere più snello e diretto il rapporto tra Inail e i soggetti che a pieno titolo interagiscono con l’Istituto. L’auspicio che mi sento di fare è quello di giungere a una veloce attuazione dei contenuti del protocollo e che l’operazione avviata dall’Istituto possa avere risvolti positivi anche nei rapporti che le aziende potranno gestire con altre PP.AA. avvalendosi dei più moderni ausili informatici».

Un impegno che proseguirà per tre anni. Verrà costituito un gruppo di monitoraggio volto ad individuare eventuali criticità sulle quali lavorare, lo stato di attuazione e anche la fattibilità degli interventi messi in opera.

I Video di PMI