Il progetto “Federica”: l’e-learning della Federico II

di Andrea Spiezia

scritto il

All'interno dell'Università Federico II di Napoli è nato un interessante progetto di e-learning: Federica. Vediamo di cosa si tratta

Nell’ambito italiano e mondiale dell’e-learning, il progetto Federica dell’Università Federico II di Napoli rappresenta una gradevole eccezione. Il sito presenta un’ottima veste grafica e, spostandosi tra le varie pagine, ci si rende conto di quanto impegno sia stato dedicato all’aspetto della navigabilità. Troppo spesso, infatti, nei siti di divulgazione scientifica questo aspetto è assolutamente trascurato: i contenuti sono inseriti alla rinfusa, cosa che richiede un notevole impegno per cercare le informazioni desiderate con conseguente scoraggiamento della maggior parte dei navigatori. In questo caso, invece, risulta ben chiaro dove siano le informazioni e il modo per accedervi. I curatori del progetto sono molto orgogliosi del fatto che l’accesso a tutte le informazioni è assolutamente libero: non è necessaria nessuna registrazione con login o password, basta collegarsi e navigare.

I realizzatori di Federica tengono a precisare che questa iniziativa non vuole assolutamente essere un sostituto delle lezioni in aula, ma un supporto ed una integrazione al modo classico con cui si deve trasmettere il sapere, che necessariamente deve passare attraverso il rapporto umano con il docente e con i compagni di studio. Inoltre, proprio per la particolarità di essere open access, il portale può essere un ottimo punto di partenza per tutti quei ragazzi che sono indecisi sull’indirizzo di studio da seguire: collegandosi semplicemente da casa possono accedere in maniera dettagliata a tutti gli argomenti delle varie facoltà in modo da farsi un’idea ben precisa di cosa studiare con quel particolare corso di studio evitando, come spesso purtroppo accade, spiacevoli sorprese che si risolvono nel migliore dei casi con la perdita di un anno per lo studente.

Per ogni lezione esiste un link ad una pagina “Risorse Internet”, dove il docente ha selezionato una serie di siti di approfondimento sull’argomento trattato. In questo modo il sito diventa anche portale “sicuro” per cercare informazioni attendibili su quel dato argomento. Una delle coordinatrici della redazione di Federica, la dott.sa Buffardi, tiene a precisare che l’elevata qualità di tutto il materiale pubblicato lo rende in alcuni casi addirittura idoneo per un aggiornamento professionale.

Federica è realizzato con il contributo della Regione Campania (Fondo Sociale Europeo), nell’ambito del progetto dei percorsi di Formazione a Distanza e-Learning finanziato dal P.O.R. Campania 2000-2006, per un importo complessivo di 3,1 milioni di euro. Coinvolge per la sperimentazione 1300 studenti. Attualmente sono presenti online 52 insegnamenti di 7 facoltà: Agraria, Ingegneria, Lettere e Filosofia, Scienze Biotecnologiche e Scienze MM. FF. NN. Sono disponibili sul sito circa 20.000 slides, 10.000 immagini, 1.600 materiali allegati, oltre 200 podcast, quasi 6000 file audio, 250 video e più di 3000 links indicati dai docenti per approfondire i vari argomenti trattati. Per il prossimo anno si prevedere di aggiungere altri 60 insegnamenti.

Il progetto Federica segue l’iniziativa Modem, il cui acronimo sta per “modelli didattici e metodologie per l’e-Learning”. Con questo progetto sono state analizzate varie esperienze di e-Learning in Italia e nel mondo e si è giunti ad individuare quattro variabili che ricorrono in tutte queste esperienze: interattività multimediale, content management, blending didattico e complessità tecnologica. Dalle varie combinazioni di queste variabili risultano 4 format principali per la progettazione di un corso di insegnamento online, ognuno dei quali ulteriormente differenziato in tre sottolivelli.