Pagamenti PA: Rating dei Comuni, promossi e bocciati

di Redazione PMI.it

scritto il

La mappa del Rating amministrativo dei Comuni capoluogo: solo 5 amministrazioni sono in grado di rispettare gli impegni di pagamento nei tempi previsti.

I Comuni rappresentano un freno alla ripresa post-pandemia, spesso incapaci di avviare e portare a termine i progetti approvati in Europa. Secondo il rapporto sul Rating Pubblico della capacità amministrativa e sostenibilità dei Comuni diffuso da Fondazione Etica, solo 5 amministrazioni locali su un totale di 105 sono in grado di rispettare gli impegni di pagamento alle imprese assunti e spendere le somme previste. Confrontando i dati con i report passati, si confermano alcuni posizionamenti relativi sia ai Comuni virtuosi sia a quelli meno virtuosi. È il Nord, inoltre, a mostrare performance amministrative migliori, sebbene non manchino cifre inattese.

La Top Ten dei Comuni che vantano un rating amministrativo migliore vede sul podio Cuneo, Matera e L’Aquila. In generale, tra i primi dieci Comuni compaiono sette amministrazioni lombarde (Cuneo, Sondrio, Reggio Emilia, Gorizia, Mantova, Bergamo e Lecco), mentre due sono del Sud (Matera e L’Aquila) e solo uno del Centro Italia (Arezzo). Tra i dieci Comuni che occupano le ultime posizioni, invece, sei sono del Sud, due del Centro e due del Nord (vedi figura sotto): sono rispettivamente Rieti e Frosinone in Lazio, Torino e Alessandria in Piemonte.

=> Pagamenti PA: saldo fatture più veloce

La classifica del rating mostra alcuni dati significativi e inattesi: quattro Comuni del Sud riescono a ottenere score vicini a quelli vantati dalle alte posizioni (Sassari, Oristano, Enna, Bari), mentre due Comuni del Centro-Nord (Siena e Aosta) ottengono score complessivamente insufficienti. Di poco superiori, infine, sono i risultati relativi a Venezia e Monza, che mostrano una performance abbondantemente al di sotto di quella media.

I Video di PMI