Tratto dallo speciale:

Concorso DSGA Scuola 2022: Regolamento in Gazzetta Ufficiale

di Teresa Barone

Il decreto del MIUR che detta le regole per l’accesso alla professione di DSGA attraverso concorsi pubblici.

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (la n. 231 del 3 ottobre 2022) il regolamento per l’accesso al profilo professionale di Direttore dei servizi generali e amministrativi (DSGA), in vigore dal 18 ottobre 2022. Con decreto del Ministero dell’Istruzione, si disciplina il prossimo concorso per DSGA – con bando atteso entro il 2022, per circa 2mila posti vacanti stimati dai sindacati – e le future selezioni.

I tre allegati al Regolamento riportano i titoli di accesso, il programma del concorso e la tabella dei titoli ddi valutazione.

Concorso DSGA: requisiti e accesso

Le selezioni saranno organizzate su base regionale e sarà possibile presentare la domanda per una sola regione. Per quanto riguarda i requisiti per accedere alle prove concorsuali, è richiesto il diploma di laurea di  vecchio ordinamento, la laurea specialistica e la laurea magistrale.

Concorso DSGA: prove di esame

Il decreto MIUR 146/2022 descrive nei dettagli lo svolgimento delle prove di esame:

  • prova scritta computer-based, unica su tutto il territorio nazionale e strutturata sotto forma di quiz a risposta multipla con 4 opzioni di risposta, precisamente 60 domande da svolgere in 120 minuti presso sedi individuate dagli USR;
  • prova orale della durata di 50 minuti che può essere svolta in videoconferenza;
  • verifica della conoscenza della lingua inglese.

Le commissioni dispongono di 150 punti: 60 per la prova scritta, 60 per la prova orale,  30 per i titoli. I candidati saranno ammessi all’orale con il punteggio di 42/60 punti alla prova scritta, composta da 60 quesiti a cui rispondere in 120 minuti:

  • 5 domande di Diritto Costituzionale e Diritto Amministrativo;
  • 4 domande di Diritto Civile;
  • 18 domande di Contabilità pubblica (gestione amministrativo contabile delle istituzioni scolastiche);
  • 10 domande di Diritto del lavoro (pubblico impiego contrattualizzato);
  • 8 domande di Legislazione scolastica;
  • 12 domande di Ordinamento e gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico;
  • 3 domande di Diritto penale (delitti contro la Pubblica Amministrazione).

Concorso DGSA: valutazione titoli

La valutazione dei titoli sarà effettuata dopo la prova orale e solo per i candidati che avranno superato questo step.

I titoli e i punteggi assegnabili sono riportati nell’Allegato C del decreto (Tabella di ripartizione del punteggio dei titoli valutabili nei concorsi a titoli ed esami per l’accesso al profilo professionale di DSGA). Oltre a quelli di accesso, sono attribuibili ulteriori punti per i titoli professionali e culturali e per quelli di servizio.

Le graduatorie resteranno valide per due anni, mentre non è previsto il periodo di prova per la conferma in ruolo. I vincitori del concorso avranno il vincolo di permanenza nella prima sede di assegnazione per almeno 3 anni scolastici.