Diventare insegnante: dal 2022 con laurea abilitante

di Redazione PMI.it

scritto il

Ecco come cambia il percorso per ottenere l’abilitazione all’insegnamento: 60 crediti universitari, tirocinio ed un solo esame scritto a risposta multipla.

Cambiano le regole per l’abilitazione alla professione di insegnante, anticipate dai Ministri Patrizio Bianchi e Maria Cristina Messa e destinate a essere messe nero su bianco con un decreto ad hoc, previsto per fine anno con varie riforme collegate al PNRR. Le nuove disposizioni potrebbero anche essere inserite all’ultimo minuto nel testo della Legge di Bilancio.

  1. La laurea diventa abilitante alla professione: si fissa a 60 il numero di crediti universitari (CFU) necessari per accedere alla docenza e relativi agli esami sostenuti nel settore pedagogico. Una parte dei crediti, precisamente 24, dovranno essere maturati attraverso un percorso di tirocinio da svolgere nella Scuola.
  2.  Il successivo concorso consisterà in una sola prova scritta, precisamente un test a risposta multipla.
  3. Stando alle anticipazioni, alla selezione farà seguito un anno di prova per ottenere la valutazione finale e la conferma in ruolo.

Ancora incerto, tuttavia, l’iter da seguire per chi attualmente si trova in condizione di precariato.

Nel decreto attuativo saranno anche inseriti provvedimenti inerenti alla scuola di formazione per l’aggiornamento continuo dei docenti e alla riforma dell’istruzione tecnica professionale.