Tecnologie per le aziende, i trend del 2011

di Barbara Weisz

scritto il

Processi interni più agili, uso dei social network, servizi basati sulla localizzazione. Le tendenze del 2011 secondo Progress Software

Le aziende non si aspettano che il 2011 sia caratterizzato da una forte crescita. Ma investono in tecnologie per migliorare i processi interni e le relazioni con i clienti e intendono fare altrettanto nel corso di quest’anno.

È quanto emerge da un’indagine di Progress Software Corporation, società attiva nelle soluzioni software per le imprese, che ha intervistato 300 responsabili d’azienda in Europa. E ne ha ricavato il sentiment relativo alla ripresa individuando i principali trend per l’anno appena iniziato sul fronte delle risorse tecnologiche al servizio dei processi aziendali.

Il 14% degli intervistati, dunque una percentuale relativamente bassa, ritiene che nel 2011 ci sarà una forte crescita, mentre il 36% pensa che sarà molto difficile offrire di più a un prezzo inferiore. Sugli investimenti in tecnologie, però, c’è un atteggiamento favorevole diffuso: il 72% dichiara di averli fatti in preparazione della ripresa, il 68% vuole incrementarli nel 2011.

«Le aziende si rendono conto che la ripresa è in arrivo, ma nella maggior parte dei casi la strada è ancora in salita», spiega John Bates, Cto di Progress Software, che aggiunge: «la tecnologia è la chiave per aiutare le aziende in questo percorso». Il manager prosegue elaborando una serie di previsioni su come le imprese intendono operare, cosa chiedono alle tecnologie, in quali aree e modi intendono impiegarle.

Un imperativo è rappresentato dalla necessità di rendere dinamici i processi di business. Solo l’11% degli intervistati ha dichiarato di essere in grado di modificarli «immediatamente, in caso di necessità». Il 62% ritiene che la possibilità di apportare cambiamenti più rapidamente avrebbe contribuito a migliorare il servizio ai clienti, per il 42% avrebbe consentito di ridurre i costi. Conclusione: nel 2011 le società adotteranno nuove tecnologie che permettono di diventare più flessibili e agili.

Un altro capitolo importante è rappresentato dai social network. Strumenti come Facebook, Linkedin, Twitter e via dicendo sono considerati modi più veloci per soddisfare la domanda dei clienti. In più, aumentano la collaborazione interna e il miglioramento costante dei processi.

Si prevede poi un’evoluzione delle applicazioni che danno una visione complessiva in tempo reale. Quasi il 90% degli intervistati ritiene che rispondere velocemente sia alle opportunità sia alle minacce sia importante o molto importante, e il 50% dichiara che la quantità di informazioni necessarie per prendere decisioni efficaci sia in rapida crescita. Tuttavia, spesso i responsabili di business non hanno una visione abbastanza veloce dei processi e degli eventi che hanno un impatto su di essi.

Un altro trend riguarda la diffusione dei servizi basati sulla localizzazione. Solo il 59% dei manager intervistati di dice in grado di adottare strategie di up-selling o di cross-selling, particolari tecniche mirate ad aumentare le vendite o a migliorarne la qualità. La posizione geografica rappresenta un nuovo elemento per fare offerte, per esempio in base alla prossimità fisica di un nuovo punto vendita.

Infine, il cloud, che nel 2011 sarà focalizzato su agilità e versatilità, con nuovi servizi per modellare, implementare e ottenere visibilità nei nuovi processi di business.

«Le aziende che saranno al passo con queste tendenze – conclude Bates – saranno anche un passo avanti rispetto alla concorrenza durante tutto il prossimo anno. L’85% degli intervistati ha dichiarato che il miglioramento dell’esperienza del cliente è un obiettivo importante o fondamentale da raggiungere nel corso del 2011».

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari