La gestione del brand on line

di Chiara Basciano

scritto il

Cinque punti per tutelare il brand e lavorare in sintonia con tutti i comparti

Uno dei punti salienti per le strategie di marketing del 2015 è di certo la comunicazione. Riuscire a tutelare il brand è infatti una priorità e Jerome Sicard arriva puntuale a dare una serie di consigli sul tema.

=> Leggi la fedeltà al brand

Primo punto è cercare di ostacolare in tutti i modi gli impostori, infatti i falsari del web danneggiano notevolmente il traffico del sito, deviando eventuali acquisti on line e screditando l’immagine del marchio a causa della confusione che si viene a creare. Per questo si arriva al secondo punto, cioè assicurarsi che i partner commerciali siano conformi alle linee guida del brand, bisogna quindi circondarsi delle persone giuste, siano essi gli affiliati, i rivenditori, i franchising o anche i dipendenti. La politica deve essere lineare e condivisa. 

=> Vai all’importanza del brand

L’esperienza sul sito deve essere sempre di altissimo livello, come puntualizza Sicard «Per massimizzare il traffico web, bisogna assicurarsi che ogni dominio della propria società punti a contenuti appropriati. Quando i consumatori digitano uno dei nomi a dominio dell’azienda, è utile avere chiaro dove si vuole che i potenziali clienti arrivino». Ottimizzando il portafoglio dei domini si arriva direttamente a massimizzare il traffico web.

=> Scopri come difendere il brand

Inoltre bisogna lavorare su tutti i canali digitali per tutelare la reputazione del web, gestendo una comunicazione continua a monitorando le possibili frodi e i cloni di ogni social network esistente. Infine è importante lavorare in sinergia con l’ufficio legale e con altri team interni per fissare tutti i domini giusti e puntare la lancio del prodotto in contemporanea su tutti i canali di comunicazione e con i propri partner, per assicurarsi il giusto impatto mediatico.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari