Intervista a Francesco Ricci, AD e co-fondatore di Egodit

di Redazione PMI.it

scritto il

ManagerOnline intervista Francesco Ricci, Amministratore Delegato e co-fondatore di Egodit, il primo portale italiano di Social Couponing.

Convertire le criticità proprie del couponing in carte vincenti, a vantaggio sia degli acquirenti sia dei venditori che propongono prodotti e servizi: questo è quanto si propone di fare Egodit, il primo portale italiano di Social Couponing basato su un modello di business innovativo e strategico. Ne parliamo con Francesco Ricci, Amministratore Delegato e co-fondatore di Egodit.

Quali sono i punti di forza di egodit che possono fare la differenza all’interno di un mercato molto competitivo come quello della “scontistica”?

«Le caratteristiche distintive e peculiari di Egodit, rispetto ai principali player della scontistica, sono essenzialmente tre: modalità di pagamento, social network geolocalizzato e recensioni integrate degli utenti.

Su Egodit si scarica gratis il coupon, il pagamento non è anticipato e avviene direttamente al merchant solo al momento della fruizione del servizio. In questo modo anche chi non possiede una carta di credito o diffida nel fornire i propri dati di pagamento può acquistare tramite coupon.

L’esperienza di shopping è arricchita dal social network che consente all’utente di crearsi la propria rete di conoscenze scambiando opinioni, foto e video sulle esperienze di shopping o su vari altri argomenti. Il social network di Egodit è geolocalizzato, quindi permette all’utente di trovare nuovi amici e le migliori offerte attorno a sé.

Gli utenti inoltre possono recensire le offerte, fornendo alla community informazioni utili per l’acquisto e ai merchant spunti per un miglioramento continuo della qualità delle offerte e del servizio erogato, interagendo con tutti gli iscritti sulla vetrina online dedicata.»

Egodit è il primo portale di Social Couponing destinato a cambiare il modo di fare shopping: quali sono i vantaggi per chi vende i propri prodotti e servizi sul sito?

«Egodit ha studiato un modello di business in grado di portare un grande vantaggio anche ai merchant, indipendentemente dalle dimensioni, grazie a tre fattori unicamente combinati: modalità di pagamento, assenza di vincoli sul numero minimo di coupon da offrire al pubblico, logica pull tramite la social community e la vetrina online del merchant.

I merchant ottengono il pagamento direttamente in loco all’erogazione del servizio, senza dover aspettare il rimborso da parte del portale di couponing.

Inoltre non essendoci un numero minimo di coupon da offrire al pubblico, anche i merchant di dimensioni più ridotte possono sfruttare, in modo sostenibile,  questo strumento promozionale,evitando di essere subissati dalle richieste degli utenti senza riuscire a garantire la qualità del servizio.

Non meno importante, la condivisione delle esperienze di acquisto abilitata dal social network fa sì che siano gli utenti a generare la domanda e l’interesse verso determinati prodotti e servizi, innescando il processo di acquisto (logica pull), anziché affidarsi alla newsletter, oramai strumento primario di stimolo alla domanda (logica push).»

Cosa cambia per gli utenti che decidono di “fare shopping” online su egodit?

«L’esperienza di shopping di un couponing “tradizionale” è resa a tutto tondo per l’utente, grazie alla componente social geolocalizzata, alla modalità di pagamento offline e alle recensioni, volte al miglioramento continuo della qualità del servizio e delle aspettative degli utenti.

L’utente può visualizzare sulla mappa gli altri utenti della piattaforma, insieme alle loro preferenze di shopping, e interagire con loro per condividere le proprie esperienze di acquisto.

I coupon, a differenza di altre piattaforme “tradizionali” di couponing, non si acquistano subito online, ma si scaricano gratis e il pagamento avviene al momento della fruizione del servizio, senza sprechi per l’utente in caso di mancato utilizzo.

 Gli utenti, infine, possono recensire i coupon e arricchire le informazioni sulle caratteristiche di ciascuna offerta.»

Il modello di business alla base di egodit non prevede la pubblicazione di inserzioni pubblicitarie sul portale: quale strategia si cela dietro questa scelta?

«Non abbiamo reputato opportuno inserire banner pubblicitari nonostante sarebbe stato molto conveniente, dacché garantiscono una remunerazione immediata, condizione fondamentale per una startup. Il motivo è che avrebbero potuto distogliere l’attenzione dalle offerte e dalle vetrine dei nostri merchant e al tempo stesso degradare l’esperienza degli utenti. Invece vogliamo portare sul mercato la nostra identità, riflessa nel nome “egodit” la cui radice “ego” richiama la centralità dell’io e quindi per estensione quella del merchant e dell’utente.»

Couponing e condivisione social: in che modo egodit riesce a coniugare questi due servizi? 

«Egodit è un portale di coupon che sfrutta le potenzialità del social network (a cui gli italiani sono sempre più dediti), al fine di potenziare e condividere l’esperienza di acquisto. Ovviamente non pretendiamo di essere un sostituto di Facebook, in quanto la nostra community è focalizzata sullo shopping, anziché essere generalista. Poiché lo shopping è godimento, come ogni forma di godimento questa trova la sua massima espressione nella condivisione! Da cui egodit, “e-godit-i” lo shopping!»