Comunicazione efficace

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il team vincente è guidato da un bravo comunicatore, ecco gli errori da evitare.

Il lavoro, ma in maggior dose quello di gruppo, deve essere alimentato dalla motivazione, compito che spetta a chi gestisce un team.

=> Quando la motivazione è tutto 

Si cerca spesso di gestire un team al meglio ritrovandosi poco dopo a compiere solo tanti errori. Si pensa che spesso la motivazione di una persona che lavora e dipesa solo dallo stipendio, da qualche complimento a qualche favore in più.

Ma al contrario di come si pensa questi elementi non fanno che peggiorare la situazione, lo stipendio può essere solo uno degli elementi più veritieri, anche se bisogna ricordare che non è l’unico elemento che basta per lavorare al meglio.

Quando ci si dedica ad un determinato progetto il team vincente è quello che lavoro con passione, dedizione e sopratutto convinzione. Riuscire però ad arrivare a questo risultato non è soltanto merito dei componenti del team, ma una grande fetta del merito è del team leader o del manager.

Saper motivare non è una dote che hanno tutti, anche se tutto si basa sulla comunicazione, il lavoro non è così facile come può sembrare. Infatti si trova una grande differenza tra comunicare e comunicare bene. Per questo è importante sapere quando si guida un team come comunicare in modo efficace.

=> Gestione del team 

Le regole principali sono poche ma essenziali, in primis di deve usare un tono di voce appropriato in ogni occasione, che sia una critica, un complimento, l’annuncio di un lavoro o la fine di esso. Insieme al tono, ovviamente, si deve usare un linguaggio adeguato, il rispetto è fondamentale, i lavoratori non devono sentirsi ne inferiori o superiori, ma semplicemente una squadra di lavoro che ha come metà lo stesso obiettivo.

Successivamente è anche importante saper conoscere i propri lavoratori e di conseguenza consegnare i vari compiti secondo le conoscenze e capacità. Ciò non vuol dire far sentire un componente meno capace di un altro, ma al contrario mettere in luce la dote migliore di ognuno dei lavoratori, così da unirle e completare i lavori al meglio.

Inoltre è importante saper valutare il momento giusto per parlare al proprio team, ad esempio le spiegazioni su lavori complessi devono essere fatte di mattina, quando il team è più riposato e concentrato. 

Stessa regola per le critiche e per gli elogi, molto spesso mortificare un componente il pubblico per un errore, potrebbe rovinare l’ambiente di lavoro e non servirebbe neanche al lavoratori interessato. Molto più efficace un richiamo in privato. 

=> Da soli o in team?

Infine nche in caso di elogi, bisogna fare attenzione a non esagerare, potrebbero crearsi asti tra i colleghi che porterebbero problematiche sul lavoro.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari