Retribuiti per andare al lavoro in bicicletta

di Teresa Barone

scritto il

Rimborsi ai dipendenti che vanno al lavoro in bicicletta: ipotesi che potrebbe diventare realtà in alcuni Comuni italiani.

Le nuove misure al vaglio del Governo per migliorare la mobilità sostenibile nei centri urbani, volute dal Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, potrebbero portare benefici in termini economici anche per i lavoratori.

=> Il bonus del telelavoro

Sono proprio i Sindaci di alcuni grandi Comuni a riflettere sull’utilizzo degli incentivi mirati a limitare l’inquinamento, proponendo altre strategie per raggiungere il medesimo scopo: i dipendenti che sceglieranno di recarsi al lavoro in bicicletta, rinunciando all’auto, potranno contare su bonus economici.

La pensano così i primi cittadini e alcuni consiglieri comunali di Torino, Milano, Riminie Vicenza, promuovendo raccolte di firme e petizioni. A Milano, ad esempio, si pensa di accedere al bando per ottenere gli incentivi statali presentando un progetto basato sull’attivazione di convenzioni con le aziende per garantire rimborsi ai lavoratori a seconda dei chilometri percorsi su due ruote per raggiungere l’ufficio.

«Ne abbiamo già discusso con il Mobility Manager del Politecnico – ha affermato l’assessore alla Mobilità e Ambiente, Pierfrancesco Maran – appena il governo pubblicherà il bando parteciperemo con questo progetto per avere gli incentivi.»