I segreti per trattenere i talenti

di Teresa Barone

scritto il

Non basta un buon stipendio per trattenere i migliori dipendenti: ecco tre risorse a disposizione dei datori di lavoro.

Garantire una adeguata formazione, favorire la crescita professionale, concedere premi e bonus periodici: i datori di lavoro sono soliti usare metodi differenti per fidelizzare i migliori dipendenti, evitando che accettino offerte migliori provenienti dalle aziende competitor.

=> Busta paga più alta, meno stress sul lavoro

Alcune strategie, tuttavia, si rivelano più efficaci di altre: quali sono i segreti per trattenere i talenti?

Selezionare bene

Le possibilità di trattenere una risorsa qualificata in azienda aumentano se l’iter di selezione è stato condotto tenendo conto di alcuni fattori: nel compiere una valutazione è necessario capire se il candidato è meritevole di fiducia, se possiede gli stessi valori etici di chi lo sta esaminando, se è in grado di raggiungere agevolmente il posto di lavoro.  

“Viziare” i talenti

Il successo del business aziendale si basa soprattutto sul lavoro dei dipendenti: trattarli al meglio, dal punto di vista economico ma anche umano, si rivela quindi indispensabile per evitare che prendano il volo. Comunicare apertamente e mostrare capacità d’ascolto non può che giovare alle relazioni con i dipendenti.

Flessibilità

Non è solo la retribuzione a fare la differenza quando si tratta di scegliere tra un lavoro e un altro. La maggior parte dei lavoratori apprezzano molto la concessione di flessibilità, sia in termini di gestione dell’orario sia riuscendo a lavorare da casa almeno uno o due giorni a settimana.

Fonte immagine: Shutterstock

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!