Tratto dallo speciale:

Contributi Enasarco in fattura elettronica

di Redazione PMI.it

scritto il

Dall’Agenzia delle Entrate arrivano chiarimenti relativi alla rappresentazione nelle fatture elettroniche dei contributi ENASARCO.

L’Agenzia delle Entrate ha fornito indicazioni precise per la rappresentazione nelle fatture elettroniche dei contributi Enasarco di rappresentanti e agenti di commercio.

Rispondendo a uno dei quesiti inoltrati dai contribuenti, infatti, l’amministrazione fiscale ha chiarito una procedura specifica agli operatori che, da gennaio 2019, sono tenuti obbligatoriamente a emettere, conservare e ricevere le fatture in modalità elettronica secondo la nuova normativa.

=> Fatturazione elettronica: gli step per il ciclo attivo

Il Contributo Enasarco (Ente Nazionale di Assistenza per gli Agenti e Rappresentanti di Commercio) non è un tipico contributo destinato a una “Cassa previdenziale”, tuttavia la gestione è simile a quella di una “ritenuta”.

Come sottolinea l’Agenzia delle Entrate, per poter esporre in fattura elettronica il contributo è possibile fare riferimento al blocco “AltriDatiGestionali” con il dettaglio riportato qui di seguito:

  • 2.2.1.16.1 = CASSA-PREV;
  • 2.2.1.16.2 ENASARCO (o eventuale altra cassa analoga) e il relativo codice TC07 presente nelle specifiche tecniche al provvedimento del 30.04.18;
  • 2.2.1.16.3 importo del contributo;
  • 2.2.1.16.4 il dato può non essere valorizzato.