Il valore della prima impressione

di Chiara Basciano

scritto il

Cinque minuti per far capire la propria esperienza e cosa si vuole dal mondo del lavoro

Redigere un curriculum vitae perfetto non è cosa semplice, anche perché bisogna tener conto del fatto che la sua lettura sarà velocissima e spesso superficiale. Deve quindi essere conciso e chiaro, infatti il 45% dei Responsabili Risorse Umane intervistato dalla società di recruitmet Robert Half ha ammesso di dedicare da 1 a 5 minuti alla sua analisi, mentre solo il 16% impiega un tempo superiore a 10 minuti.

=> Scopri le basi del colloquio perfetto

Ma il vero scoglio, una volta superato quello della selezione del cv e il colloquio di lavoro. È fondamentale dare subito una buona impressione, dal momento che un’altra indagine, commissionata da Robert Half e condotta da una società di ricerca indipendente – su un campione di 100 Direttori e Responsabili Risorse Umane italiani -, indica che un Direttore Risorse Umane su due forma la sua idea del candidato nei primi 5 minuti del colloquio. In rari casi il Direttore cambia idea, infatti il 63% dichiara di non aver cambiato opinione “mai” o “molto raramente”.

=> Leggi come affrontare il colloquio

Vincono sobrietà e sicurezza di sé, e a tal proposito è utile esercitarsi a sostenere il colloquio, riuscendo a descrivere la propria esperienza professionale in modo esaustivo in pochi minuti e cercando di rispecchiare il più fedelmente possibile il cv tramite cui si è stati selezionati.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!